Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Programma Data Academy #SCE2015: imparare e conoscere (gratis)

Home Open Government Open Data Programma Data Academy #SCE2015: imparare e conoscere (gratis)

Dal monitoraggio dei social network al mapping collaborativo, dalla
lotta per la traparenza al coinvolgimento di cittadini per raccontare la
propria città, dalla scuola al servizio informativo territoriale fino alla creazione di start up e nuovi servizi: i dati
interessano tutti. A SCE 2015 tutti hanno l’opportunità di imparare a usarli per creare qualcosa di utile, lavorare meglio e generare valore: ecco il programma completo della Data Academy #SCE2015, BolognaFiere dal 14 al 16 ottobre. Vi aspettiamo!

6 Ottobre 2015

R

Redazione FPA


Ecco il programma completo, con link per consultare il programma e iscriversi alle 19 sessioni della Data Academy #SCE2015.
La partecipazione è gratuita.
Grazie a: A Scuola di Open Coesione, Città Slow, Confiscati Bene, CIRSFID – Università di Bologna, DataNinja, Fondazione Bruno Kessler, ISIM_Garage – Università Tor Vergata di Roma, IWA Italia, LatteCreative, MappiNA, NEFULA, Open Data Lazio, Open Puglia, Open Data Sicilia, Open Street Map, WISTER – Women for Smart and Intelligent Territories.

ACADEMY – MERCOLEDì 14 OTTOBRE

ore 10.00 – 10.50

Competenze digitali per i progetti SmartCity
(a cura di IWA Italy)

—————————-

ore 11.00 – 11.50

Scuole come snodo centrale per diffondere tra i cittadini del domani un’adeguata data literacy
(a cura di ISIM_Garage – Università Tor Vergata di Roma)

—————————-

ore 12.00 – 12.50

Il datajournalism per l’informazione del presente (e del futuro)
(a cura di DataNinja)

—————————–

ore 13.00 – 14.50

A Scuola di OpenCoesione 2014-2015 si racconta: esperienze, metodi e strumenti per monitoraggio civico e open data in classe
(a cura di ASOC – A Scuola di Open Coesione)

—————————-

ore 15.00 – 15.50

Near Future Design: territorio, immaginario e performance dei futuri
(a cura di NEFULA)

—————————-

ore 16.00 – 16.50

Dati per accrescere la mailing list e cambiare il mondo (ovvero come fare campaigning con i dati)
( a cura di LatteCreative)

—————————-

ACADEMY – GIOVEDì 15 OTTOBRE

ore 09.30 – 10.50

Non c’è Smart senza Slow
(a cura di Città Slow – IWA Italy)

—————————-

ore 11.00 – 11.50

Introduzione ai dati geografici e al loro riuso
(a cura di Fondazione Bruno Kessler – Nodo Italiano Open Data Insitute)

—————————-

ore 12.00 – 12.50

Usare e capire i social network attraverso i dati
(a cura di DataNinja)

—————————-

ore 13.00 – 13.50

Open Data e StartUP: istruzioni per l’uso
(a cura di Fondazione Bruno Kessler – Nodo Italiano Open Data Insitute)

—————————-

ore 14.00 – 14.50

Open data: il territorio tra genere e generazioni
(a cura di Wister –
Women for Smart and Intelligent Territories
)

—————————-

ore 15.00 – 15.50

Tools (e casi d’uso) per visualizzare i dati del territorio
(a cura di
Vincenzo Patruno, Istat)

—————————-

ore 16.00 – 16.50
Dal crowdsourcing al crowdfunding: the MappiNa case
(a cura di MappiNA, Mappa Alternativa della Città)

—————————-

ACADEMY – VENERDì 16 OTTOBRE

Ore 10.00 – 10.50

Come far fallire un progetto data-driven in modo certo e doloroso
(a cura di IWA Italy)

—————————-

ore 11.00 – 11.50

Mappare il territorio su Open Street Map
(a cura di Open Street Map – OSM Italia)

—————————-

ore 12.00 – 12.50

Data visualization interattive con D3js
(a cura di DataNinja)

—————————-

ore 14.00 – 14.50

Open Data: aspetti tecnico-giuridici
(a cura di Wister e CIRSFID – Università di Bologna
)

—————————-

ore 15.00 – 15.50

Sicilia, Lazio e Puglia: Gli OpenData attraverso le comunità e i progetti sul territorio
(a cura di Open Data Lazio, Open Puglia e Open Data Sicilia)

—————————-

ore 16.00 – 16.50

ConfiscatiBene.it: open data e trasparenza antimafia
(a cura di Confiscati Bene)


Su questo argomento

Imparare dalle comunità. OpenDataSicilia e la cultura del dato sul territorio