Torino: il web 2.0 entra nel regolamento comunale

Home Open Government Comunicazione Pubblica Torino: il web 2.0 entra nel regolamento comunale
LOGO2.0 part I

Foto di Ludwig Gatzke

Il Comune di Torino guarda a internet come a un canale di comunicazione con i cittadini dalle enormi potenzialità. Le informazioni on line di Palazzo civico sono accessibili ora nei siti di social networking più popolari: YouTube, Yahoo!Go, Twitter e da alcuni giorni anche Facebook offrono uno spazio nel quale l’attività amministrativa ha una ampia visibilità. In quest’ultimo sito anche TorinoClick, l’agenzia quotidiana di informazione della Città, ha aperto un suo spazio di comunicazione.

19 Dicembre 2008

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA
LOGO2.0 part I

Foto di Ludwig Gatzke

Il Comune di Torino guarda a internet come a un canale di comunicazione con i cittadini dalle enormi potenzialità. Fin dall’epoca dei primi esperimenti di comunicazione on line il sito istituzionale della Città si è distinto per la completezza dell’informazione e la capacità di sperimentare nuove funzioni e opportunità. L’avvento del web 2.0 e del social networking ha aperto nella rete nuovi terreni di condivisione dove i servizi interattivi del Comune possono trovare importanti modalità di diffusione. 

Per questo le informazioni on line di Palazzo civico sono accessibili ora nei siti di social networking più popolari: YouTube, Yahoo!Go, Twitter e da alcuni giorni anche Facebook offrono uno spazio nel quale l’attività amministrativa ha una ampia visibilità. In quest’ultimo sito anche TorinoClick, l’agenzia quotidiana di informazione della Città, ha aperto un suo spazio di comunicazione. A inizio 2009 aumenteranno i servizi per i telefonini, anche in relazione al prossimo avvio della rete wifi cittadina (il bando per la selezione del concessionario sarà pubblicato il 22 dicembre).

Internet e l’uso evoluto e diffuso delle tecnologie informatiche sono per il Comune uno dei settori prioritari d’attività e intervento; compatibilmente con le risorse a disposizione, il sistema informativo viene costantemente potenziato per garantire una sempre più ampia diffusione, nella propria organizzazione e fra i propri dipendenti, delle possibilità di accesso alla rete e ai suoi contenuti.

Una diffusione che, per un’organizzazione complessa come quella comunale, ha bisogno di regole condivise ed efficaci per un corretto utilizzo dei prodotti informatici, di internet e della posta elettronica aziendale: un nuovo regolamento di accesso ai sistemi informatici è ora in corso di redazione. Conterrà regole che terranno conto delle particolari caratteristiche di questo settore, del suo continuo sviluppo e trasformazione. Non ci sarà alcun controllo dall’alto, ma, al contrario, la promozione di comportamenti coerenti e della responsabilità dei singoli. Internet è, per l’organizzazione comunale e per ogni dipendente, un potente strumento di lavoro e l’amministrazione intende accrescere il suo utilizzo e contemporaneamente disciplinarne, non inibirne, l’uso personale.