Valorizzazione dei dati pubblici: un progetto della Regione Piemonte e del CSI

Home PA Digitale Valorizzazione dei dati pubblici: un progetto della Regione Piemonte e del CSI

Il progetto “Valorizzazione dei dati pubblici” avviato dalla regione Piemonte nel 2020 (e sviluppato da CSI Piemonte), con l’intento di arricchire il proprio patrimonio informativo a supporto di processi data driven, si è aggiudicato il Premio Agenda Digitale 2021 dell’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano, come miglior progetto per la digitalizzazione in ambito pubblico

9 Novembre 2022

F

Redazione FPA

Photo by Marc-Olivier Jodoin on Unsplash - https://unsplash.com/photos/NqOInJ-ttqM

In un percorso ultradecennale di innovazione e sviluppo continuo dell’ecosistema regionale dei dati, la Regione Piemonte ha supportato la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico attraverso l’analisi delle informazioni integrate ed interoperabili provenienti dall’Internet of Things (telecamere, sensori, centraline meteo), dall’Internet of People (tweet) e da dati pubblici e privati, avvalendosi della propria piattaforma cloud abilitante precompetitiva – Yucca Smart Data Platform (realizzata nel 2014) – che consente di acquisire informazioni contestuali, sperimentare soluzioni tecnologiche di data analysis  e restituire dati al cittadino secondo il paradigma degli Open Data. 

La Misura “Valorizzazione Dati” (importante pilastro della strategia regionale) poggia su due basi normative: la Legge regionale n. 9 del 26 marzo 2009, in materia di pluralismo informatico, e la Legge regionale n. 24 del 23 dicembre 2011, in materia di pubblicazione e riutilizzo dei dati, che definiscono l’adozione e la diffusione del software libero, la portabilità dei documenti informatici nella PA e lo sviluppo di iniziative economiche private legate al riuso dell’informazione pubblica.

È con Determina Dirigenziale n.690 del 3 dicembre 2019 – fondi POR FESR 2014-2020, Asse II, Azione II.2c.2.2 – che è stato approvato il progetto “Valorizzazione dei dati pubblici” (sviluppato da CSI Piemonte, Società inhouse regionale) e il piano finanziario pari a 4.100.000,00 euro.  Avviato nel 2020, il progetto ha recentemente ricevuto il primo Premio Agenda Digitale 2021, nella categoria “Agende Digitali Regionali”, promosso dall’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano.

Finalità della Misura “Valorizzazione Dati”

L’obiettivo della valorizzazione del patrimonio informativo regionale passa attraverso:

  1. Popolamento del data lake regionale, un repository per l’archiviazione dei dati, che ha permesso di realizzare il cosiddetto “desiloing informativo”, ovvero l’accesso e l’utilizzo di informazioni precedentemente possedute dalle singole direzioni regionali senza duplicazioni e con aggiornamenti continui. All’interno di questo ecosistema di dati eterogenei tra loro – per fonte e tipologia – assume un ruolo primario la Data Governance come approccio strategico per il controllo centralizzato di processi e sharing dei dati.
  2. Potenziamento della piattaforma Yucca con una soluzione ibrida che integra componenti di Business Intelligence tradizionale con elementi di Business Intelligence moderna, così da massimizzare il valore dei dati eterogenei, rispondere a query statiche, personalizzare le dashboard e promuovere un approccio self-service ai dati. Tra le azioni di potenziamento della piattaforma anche la realizzazione del Data Catalog, per inventariare e analizzare i dati presenti, e l’evoluzione del motore di ricerca (con lemmi, glossari, ecc..) al fine di migliorare la reperibilità delle informazioni contenute. 
  3. Sviluppo di nuovi supporti decisionali, cruscotti e dashboard nei vari ambiti di competenza regionale (Ambiente, Cultura, Facility and Energy management, Foreste e aree naturali, Open Government, Opere pubbliche, Territorio, Trasporti, Attività produttive, Protezione Civile).

Una soluzione a supporto di processi decisionali data driven

Oggi la piattaforma è utilizzata da più di 100 organizzazioni pubbliche e private con un patrimonio in
continua crescita di oltre 10 miliardi di dati. Tra gli interventi progettuali previsti dalla Misura “Valorizzazione Dati” ricadono il rinnovamento del portale dati.piemonte.it, punto di riferimento per l’open data regionale, e la creazione di uno strumento informatico – la dashboard IoComune – che permette di scaricare e riutilizzare i dati forniti dagli enti locali. Diversi sono i cruscotti attualmente in uso, realizzati a supporto delle Direzioni regionali per migliorare i processi di programmazione, pianificazione e controllo. Tra questi il Cruscotto delle Conoscenze Ambientali, uno strumento di analisi di dati provenienti da diversi parametri (temperatura, umidità, qualità dell’aria, luminosità, rumore, qualità dell’acqua) raccolti da circa 800 sensori e più di 1.000 stazioni di rilevamento dislocati in tutto il Piemonte; il Cruscotto Imprese AAEP, che espone informazioni sulle caratteristiche delle imprese presenti nella Banca dati regionale AAEP per facilitare la competitività delle imprese, e il Cruscotto per il Monitoraggio Regionale dei Trasporti (CMRT). Tutti questi dati giocano un ruolo chiave in termini economici, offrono alle istituzioni e alle imprese (anche in partnership pubblico privato) la possibilità di sviluppare progetti di smart city integrati e di migliorare la qualità della vita dei cittadini riducendo l’inquinamento, il traffico, o semplicemente ottimizzando gli spostamenti in città.

Le informazioni contenute in questo articolo sono state redatte sulla base dei materiali ufficiali di progetto utilizzati per la candidatura al Premio Agenda Digitale 2021

Su questo argomento

Strategie europee, interoperabilità dei dati e collaborazione tra PA: questi i temi della prima puntata di “Beyond Data”