Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

MiglioraPA – La Customer Satisfaction per la qualità dei servizi pubblici

Home Progetti MiglioraPA – La Customer Satisfaction per la qualità dei servizi pubblici

Iniziativa promossa nel 2011 dal Dipartimento per la Funzione Pubblica nel quadro del PON Governance e Azioni di Sistema FSE 2007-2013, stata realizzata in collaborazione con FORUM PA e Lattanzio & Associati, MiglioraPA è stato finalizzato alla promozione della cultura della qualità dei servizi pubblici e al rafforzamento della capacità amministrativa nell’avviare processi di miglioramento delle performance a partire dall’introduzione e realizzazione di pratiche di Customer Satisfaction Management (CSM) nelle Amministrazioni di quattro Regioni Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). Novanta le Amministrazioni coinvolte nelle quattro Regioni Obiettivo Convergenza di cui 45 Comuni, 16 Pubbliche Amministrazioni Centrali, 11 tra Province e Regioni, 12 tra ASL e Aziende Ospedaliere nei percorsi di affiancamento e nelle azioni di capacity building dedicate, con 400 persone impegnate nei gruppi di progetto. Due macro-filoni di attività: le azioni di informazione, animazione e sensibilizzazione sul tema della qualità dei servizi e del CSM e quello degli interventi di affiancamento e supporto metodologico alle Amministrazioni coinvolte. È stato altresì realizzato il portale www.migliorapa.it, una piattaforma di supporto per le Amministrazioni interessate a implementare rilevazioni di Customer Satisfaction.

COMMITTENTE:
Dipartimento della la Funzione Pubblica – Presidenza del Consiglio dei Ministri

DURATA DEL PROGETTO:
Aprile 2011 – Settembre 2012
Marzo 2013 – Settembre 2013

SITI DI PROGETTO: 
Qualitapa.gov.it
Migliorapa.it

Su questo argomento

Customer satisfaction: impariamo ad ascoltare per creare valore pubblico