Patrimoni PA net: come rendere più razionali ed economiche le gare di appalto

Home Riforma PA Procurement Pubblico Patrimoni PA net: come rendere più razionali ed economiche le gare di appalto

Un articolo di Federico Icona e Michela Stentella estratto dalla Rivista "FMI – Facility Management Italia".

31 Marzo 2012

F

Federico Icona e Michela Stentella

Articolo FPA

Un articolo di Federico Icona e Michela Stentella estratto dalla Rivista "FMI – Facility Management Italia".

Un Workshop dei ”Tavoli Committenze-Imprese” di Patrimoni PA net, svoltosi lo scorso marzo presso l’AVCP, è stato l’occasione per discutere su un tema cruciale per tutti gli operatori del mercato dei servizi per i patrimoni pubblici: le criticità delle gare di appalto. Al centro dell’attenzione i costi ormai insostenibili di partecipazione da parte delle imprese e i sempre più pesanti oneri gestionali da parte delle PA. Una strada per tentare di risolvere o quantomeno attenuare tali problematicità è quella della ”dematerializzazione” dei processi di gara, strada questa che passa anche attraverso la costituzione e l’implementazione della ”Banca dati nazionale dei contratti pubblici”. In questa direzione si è mosso di recente anche il Governo che ha stabilito all’articolo 20 del D.L. 5/2012 la costituzione presso l’AVCP della Banca dati nazionale entro il 1° gennaio 2013.

Vai all’articolo (in formato pdf)