Il modello ideale di sistema informativo ospedaliero nell’era della sanità digitale

Home Sanità Il modello ideale di sistema informativo ospedaliero nell’era della sanità digitale

L’esperienza generale è che l’adozione dei modelli di eHealth e della Digital Trasformation in Ospedale è ancora poco diffusa, parte da qui l’idea di razionalizzare e strutturare le esperienze raccolte in almeno 15 anni di attività di consulenza, progettazione e gestione nell’ambito della Sanità Digitale Pubblica e Privata in Italia e nei principali paesi Europei in una whitepaper che illustra il modello ideale di quello che comunemente molti chiamano Informatica per un’Ospedale

31 Ottobre 2018

C

Claudio Carlo Franzoni, Senior Advisor P4I Digital360

Nel 2012 alla conferenza eHealth Week di Copenhagen, George C. Halvorson Chairman and Chief Executive Officer di Kaiser Permanente [1] (CA) nel suo keynote relativo al piano strategico sul IT (Healthcare IT Journey) affermava che:

“Paper medical records are a huge impediment to care quality and care improvement. Paper is isolated, inaccessible, not interactive, incomplete and often inaccurate. Paper is, at its best, inert”

A sei anni di distanza, dobbiamo purtroppo riscontrare nelle ricerche dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanita del Politecnico di Milano e nella vita quotidiana che la carta è ancora il principale strumento di comunicazione in Ospedale.

Tranne alcune realtà molto avanzate, l’esperienza generale è che l’adozione dei modelli di eHealth e della Digital Trasformation in Ospedale è ancora poco diffusa, nonostante che oggi ci sia maturità tecnologica ed applicativa con investimenti accessibili per chiunque.

Questa sollecitazione ci ha fatto venire l’idea di … [clicca qui per continuare a leggere l’articolo].

[1] Kaiser Permanente è uno dei più importanti HMO in USA con 11,8M di pazienti iscritti e circa 700 strutture sanitarie

Su questo argomento

MeetPAd: una piattaforma per agevolare la collaborazione digitale tra enti locali (e semplificare la ricostruzione post sisma)