Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

FORUM PA 2019: con INL focus su legalità e innovazione nel mercato del lavoro

Home Temi Verticali FORUM PA 2019: con INL focus su legalità e innovazione nel mercato del lavoro

Attività al servizio dei cittadini e delle imprese, smart working, modello organizzativo e progettazione dei servizi. Ecco i temi al centro della presenza di INL a FORUM PA 2019

12 Maggio 2019

INL - Ispettorato Nazionale del Lavoro

Photo by Nuno Silva on Unsplash - https://unsplash.com/photos/Rcsa_Rg77Tc

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) è una Agenzia di nuova istituzione che tuttavia eredita una storia lontana nel tempo che risale ad oltre un secolo addietro. I compiti rimessi all’Ispettorato hanno dunque radici profonde che rispondono ad esigenze di immediato rilievo costituzionale. Basti pensare che gli obiettivi che la nostra Costituzione assegna alla Repubblica – “fondata sul lavoro” (art. 1) – di tutelare “il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni” (art. 35) e di tutelare “la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività” (art. 32) sono rimessi in primo luogo all’Ispettorato nazionale del lavoro.

Partendo dunque da tale premessa, i rappresentanti dell’Ispettorato che interverranno a FORUM PA 2019 intendono anzitutto evidenziare le attività al servizio dei cittadini e delle imprese, che sono costituite dal presidio sul rispetto della disciplina in materia di lavoro e legislazione sociale ma anche da altri importanti compiti che concorrono a salvaguardare i principi di legalità che devono permeare il mercato del lavoro.

In tal senso gli interventi in programma vogliono dunque promuovere una maggior consapevolezza dei diritti e dei doveri connessi al lavoro e delle modalità con le quali è possibile garantirne il rispetto, spiegando come avviene una ispezione all’interno delle imprese e illustrando alcuni istituti fondamentali, come la conciliazione monocratica e la diffida accertativa, che rappresentano strumenti particolarmente utili affinché il lavoratore possa ottenere in tempi brevi soddisfazione dei propri crediti.

Gli interventi evidenzieranno anche ulteriori attività, non strettamente connesse all’ispezione del lavoro, che l’Agenzia svolge, fra cui quella di promuovere il rispetto della disciplina in materia di lavoro e legislazione sociale attraverso una sua divulgazione nell’ambito di specifici seminari rivolti a organizzazioni sindacali, ordini professionali ecc. È questa infatti una attività altrettanto delicata in quanto tale materia – nel cui ambito rientra anche quella della salute e sicurezza sul lavoro – è spesso particolarmente complessa e soggetta a continui mutamenti legati all’andamento dell’economia del Paese.

Per svolgere efficacemente la propria mission l’Ispettorato, come struttura amministrativa di recente istituzione, necessita di strumenti flessibili e al passo con i tempi. Su questo versante si incentra il secondo intervento programmato, concernente l’orario di lavoro e la gestione innovativa delle risorse umane in INL: lo smart working. Il seminario vuole fornire un quadro generale della disciplina in materia di orario di lavoro e la sua applicazione anche nell’ambito della PA, evidenziando come alcuni istituti di recente introduzione, quali lo smart working, possano contribuire a migliorare l’efficienza dell’amministrazione pubblica e contestualmente la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

L’Ispettorato è una delle prime amministrazioni in Italia ad applicare l’istituto e la sua partecipazione al FORUM PA 2019 è l’occasione per condividere i progressi che si sono fatti in questi ultimi mesi attraverso una sperimentazione che ha coinvolto numerosi Uffici territoriali dell’Agenzia, interessando sia personale che svolge attività di vigilanza, sia personale amministrativo.

Oltre che sul piano della disciplina sui tempi di lavoro, per poter affrontare le sfide che un mercato del lavoro in continua evoluzione richiede, l’Ispettorato necessita di una struttura organizzativa ampiamente flessibile e moderna e allo stesso distante dall’archetipo di una Amministrazione burocratica fatta di timbri e documenti cartacei.

Proprio su questo versante l’intervento incentrato sul modello organizzativo e la progettazione dei servizi intende rappresentare, anche ai non addetti ai lavori, cosa si sta facendo per creare un Ispettorato che sia un esempio di buona amministrazione, attraverso una informatizzazione di tutte le attività – in primo luogo di quella ispettiva – e, più in generale, attraverso una modellizzazione degli Uffici che risponda efficacemente alle esigenze dell’utenza.

Durante questo intervento sarà evidenziato come proprio l’informatizzazione rappresenti un passaggio estremamente importante per garantire servizi veloci e di qualità e, allo stesso tempo, per garantire una attività di vigilanza efficace, interconnettendo ogni singola fase della procedura ispettiva: dalla programmazione degli accessi presso le imprese, alla redazione e notificazione dei provvedimenti, alla rendicontazione delle missioni, sino alla fase dell’eventuale contenzioso.

Su questo argomento

APP PA: l'elenco delle app ufficiali della Pubblica Amministrazione