Come la Costituzione diventa digitale a scuola

Home Temi Verticali Scuola, Istruzione e Ricerca Come la Costituzione diventa digitale a scuola

Un progetto di digital storytelling promosso dalla Regione Molise, un esempio di innovazione come motore per favorire lo sviluppo di nuove prospettive per la scuola molisana, che rende digitale l’apprendimento della Costituzione

14 Aprile 2016

A

Alberta De Lisio, Direttore Area III, Assessorato al Lavoro e Politiche Sociali, Istruzione e Formazione,Università e Ricerca,Cultura, Regione Molise

Il digital storytelling, negli ultimi anni, è stato molto utilizzato nei percorsi didattici delle scuole molisane, soprattutto nella Scuola primaria , avviando percorsi coerenti basati anche su una ottima ricchezza e varietà di stimoli e di temi approfonditi. In particolare la Direzione di Area Terza della Regione Molise ha puntato sul web e sulle nuove tecnologie per insegnare i principi della Costituzione Italiana nelle scuole. “Di sana e robusta Costituzione” è infatti il nome del progetto avviato nell’Anno Scolastico 2013/2014, che ha visto coinvolte le terze elementari della Scuola primaria “Nicola Scarano” di Campobasso. Con lezioni settimanali sui principi fondamentali della Costituzione sono stati anticipati ai piccoli i contenuti di un nuovo e innovativo percorso di educazione alla cittadinanza.

Filastrocche, disegni e filmati i hanno consentito di portare per mano circa 100 bambini, insegnando loro le basi per diventare buoni cittadini e puntando sulla capacità dello storytelling di favorire correlazioni concettuali significative , la facilità di memorizzazione, il coinvolgimento, la networked knowledge e la combinatorial creativity.

L’azione didattica imperniata sui Principi Fondamentali della Carta Costituzionale, ha consentito ai bambini di contestualizzare completamente i concetti loro proposti, approfonditi nel Laboratorio virtuale, con l’ausilio di disegni, canzoni ed esempi di vita quotidiana che hanno supportato la veicolazione di concetti significativi e di forte impatto grazie anche ad una inter-testualità che ha consentito un scambio collaborativo delle conoscenze, il confronto dialogico, lo spirito critico e la ricerca di nuove interpretazioni e punti di vista sui temi affrontati.

I bambini, tutti tra gli 8 e i 9 anni, hanno lavorato accostando ai contenuti civici metodologie didattiche alternative, come l’utilizzo di piattaforme e-learning. Hanno risposto con maturità e cognizione di causa realizzando filmati, rap, filastrocche, tutti in ambiente digitale.

Naturalmente non sono mancati i momenti importanti, anche di sintesi del programma, che si sono concretizzati in incontro in Consiglio Regionale in occasione del “compleanno della Regione Molise”, dove è stata ripercorsa anche la nascita della Regione e il suo inserimento nella Costituzione e in una lezione speciale tenuta dai bambini in occasione della chiusura d’anno che ha ricevuto anche la Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica.


Di sana e robusta Costituzione“, è un altro esempio di innovazione come motore per favorire lo sviluppo di nuove prospettive per la scuola molisana: un punto su cui la Regione intende lavorare in continuità per il futuro incentrando l’attenzione sulle scuole, nella convinzione che molte possono essere le applicazioni a supporto della didattica, anche come approfondimento. Sintomo di questa volontà di proseguire sulla strada dell’innovazione è proprio l’aula virtuale attiva sul sito sistemamolise.it, dove i ragazzi possono lavorare e mettersi alla prova. Ad oggi è attivo l’E-Lab riservato agli utenti registrati, poiché vi lavorano i bambini della scuola elementare e dunque, in quanto minori, vengono tutelati in toto garantendo loro un ambiente protetto da qualsiasi forma di accesso esterno. Per questo è in progress un’area open che custodirà invece lavori e documenti consultabili da tutti gli addetti ai lavori e da quanti vedono l’esperienza digitale come parte integrante della nuova formazione dei nostri ragazzi.