A Pisa una città più smart per residenti e turisti

Home Città e Territori A Pisa una città più smart per residenti e turisti

Tecnologie innovative al servizio del cittadino per una migliore qualità della vita: grazie all’accordo con IBM, la città toscana si prepara a diventare una delle “smarter town” italiane. Turismo, mobilità e gestione delle acque, i primi settori interessati.

17 Marzo 2010

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Tecnologie innovative al servizio del cittadino per una migliore qualità della vita: grazie all’accordo con IBM, la città toscana si prepara a diventare una delle “smarter town” italiane. Turismo, mobilità e gestione delle acque, i primi settori interessati.

“Vogliamo cogliere le nuove opportunità tecnologiche del digitale e dei sistemi ICT per una città più verde ed efficiente, per servizi ai cittadini accessibili e efficaci.” Così il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, spiega la scelta della città toscana di abbracciare la visione IBM di “Smarter Town”, ossia di una città che diventa più intelligente grazie alla tecnologia, garantendo ai cittadini una migliore qualità della vita. Ieri, 16 marzo, è stato firmato l’accordo strategico tra il sindaco Filippeschi e il Presidente e Amministratore Delegato di IBM Italia, Nicola Ciniero, dando così ufficialmente il via alla partnership tecnologica.

I primi settori interessati saranno quelli del turismo e dei beni culturali, della mobilità urbana e dell’ottimizzazione dei flussi delle acque. Obiettivo del comune toscano è facilitare la vita quotidiana per chi vive a Pisa e per chi visita la città e, allo stesso tempo, stimolare progetti innovativi che possano andare a favore anche degli attori dell’innovazione già presenti sul territorio.
“Nella provincia di Pisa – ha sottolineato il sindaco Filippeschi – sono presenti oltre 1000 aziende hi-tec, 460 delle quali operano nel settore ICT; esse rappresentano una parte essenziale del valore aggiunto della nostra città, e costituiscono l’indotto ideale, ed il terreno più fertile, per far da supporto allo sviluppo di un progetto che intende mettere a punto tecnologie innovative a servizio delle città".

Attraverso i lavori di un Comitato congiunto per l’Innovazione, nel corso dei prossimi mesi, Pisa avrà modo di ottimizzare il proprio modello di integrazione dei servizi, già tra i più avanzati in Europa, ampliandoli ad altri settori della vita amministrativa cittadina. L’accordo prevede di estendere la partecipazione al tavolo d’innovazione anche ai diversi attori presenti sul territorio, come le Università, i Centri di ricerca e le Associazioni di rappresentanza delle imprese.

"L’iniziativa intrapresa con la città di Pisa – ha sottolineato Nicola Ciniero, presidente e amministratore delegato di IBM Italia – è una tappa importante di una strategia che mira a sostenere lo sviluppo delle aree urbanizzate, tenendo ben presenti le esigenze espresse dai cittadini e la loro domanda in fatto di ‘qualità della vita’. Le tecnologie oggi disponibili hanno in se grandi potenzialità: ma occorre applicarle, e farle dialogare secondo un disegno intelligente. In una visione di questo tipo, da noi definita Smarter Town, l’informatica e l’esperienza in fatto di innovazione giocano il ruolo principale".

Su questo argomento

Smart Village, aperta fino al 5 maggio la call europea per i Comuni italiani