Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

“Cittadini sostenibili”: il Rapporto Cittalia 2010

Home Città e Territori “Cittadini sostenibili”: il Rapporto Cittalia 2010

Se lo scorso anno l’analisi di Cittalia – Fondazione Anci Ricerche si era concentrata sulle nuove sfide della mobilità nei grandi centri urbani, nel Rapporto 2010 l’attenzione è puntata sullo stile di vita dei cittadini e sui comportamenti che maggiormente incidono sulla qualità dell’ambiente. In pratica i comportamenti quotidiani sono stati misurati in termini di emissioni carboniche e il risultato è che negli ultimi 10 anni, nelle 15 città metropolitane, le emissioni procapite di Co2 non sono diminuite e che, per compensare questa situazione, servirebbe una superficie boschiva pari a circa due campi di calcio per ogni abitante.

28 Dicembre 2010

M

Michela Stentella

Articolo FPA

Se lo scorso anno l’analisi di Cittalia – Fondazione Anci Ricerche si era concentrata sulle nuove sfide della mobilità nei grandi centri urbani, nel Rapporto 2010 l’attenzione è puntata sullo stile di vita dei cittadini e sui comportamenti che maggiormente incidono sulla qualità dell’ambiente. In pratica i comportamenti quotidiani sono stati misurati in termini di emissioni carboniche e il risultato è che negli ultimi 10 anni, nelle 15 città metropolitane, le emissioni procapite di Co2 non sono diminuite e che, per compensare questa situazione, servirebbe una superficie boschiva pari a circa due campi di calcio per ogni abitante.

//

La ricerca ha preso in esame quattro aree di riferimento: consumi elettrici domestici, consumi di gas, produzione e trattamento dei rifiuti e trasporto privato di persone (con l’unica eccezione del trasporto pubblico). Guardando al dato complessivo delle emissioni, la situazione è rimasta per lo più stabile: si è passati da 1.265 milioni di tonnellate del 2000 a 1.261 milioni di tonnellate del 2009 con una leggera diminuzione dello 0,3%. Complessivamente le città del centro-nord restano tra le maggiori responsabili di emissioni inquinanti; in termini percentuali, infatti, incidono per circa il 65% delle emissioni totali mentre quelle del Sud pesano sull’ambiente per il 20% appena.

Andando invece nel dettaglio e considerando il dato medio di emissioni di Co2 procapite pari a 1.804 Kg e come anno di riferimento il 2009, tra le città più inquinanti spicca Roma (2.406 Kg procapite), seguita da Torino (2.303 Kg), Firenze (2.296 Kg), Bologna (2.284), Trieste (2.215) e Milano con 1.842 Kg. Se le città del centro nord fanno registrare dati superiori alla media rispetto all’emissione di gas serra, nelle città del sud, invece, le emissioni sono di gran lunga inferiori al dato nazionale; in particolare Napoli fa registrare 1.303 Kg di Co2 procapite.
Complessivamente le città del centro-nord restano tra le maggiori responsabili di emissioni inquinanti; in termini percentuali, infatti, incidono per circa il 65% delle emissioni totali mentre quelle del Sud pesano sull’ambiente per il 20% appena.

Ma quali sono i settori in cui i comportamenti quotidiani dei cittadini impattano maggiormente sull’ambiente? Prima di tutto i consumi residenziali di gas naturale, che fanno registrare la percentuale più alta pari al 37,7% delle emissioni procapite; a seguire i trasporti privati che incidono per il 31,2%, i consumi residenziali che gravano per il 30,8% e, infine, produzione e incenerimento di rifiuti urbani per lo 0,3%.
A pesare di più è quindi la fetta di emissioni legata al riscaldamento, ma anche la mobilità urbana resta un nodo da sciogliere. Soluzioni quali car sharing e car pooling si pongono certamente come alternative sostenibili al mezzo privato, ma le città sembrano essere ancora auto-dipendenti. È ragionevole pensare, dunque, che ciò dipenda anche dalla necessità di potenziare e migliorare il trasporto urbano, ma è altrettanto vero (come gli stessi intervistati rimarcano) che i cittadini devono fare la loro parte attraverso comportamenti proattivi e sostenibili.

Per saperne di più e scaricare il Rapporto Cittalia 2010 vai qui

 

Su questo argomento

APP PA: l'elenco delle app ufficiali della Pubblica Amministrazione