Focus ReportagePA Speciale Modena. Il valore della “rete” per lo sviluppo energetico sostenibile. Intervista a Benedetta Brighenti

Home Città e Territori Focus ReportagePA Speciale Modena. Il valore della “rete” per lo sviluppo energetico sostenibile. Intervista a Benedetta Brighenti

Durante lo Smart Life Festival 2023, FPA ha visitato Modena per esplorare le possibilità di creare sistemi locali di innovazione che fungano da incubatori per nuove idee e soluzioni mirate al miglioramento della qualità di vita dei cittadini. Durante questo viaggio, abbiamo avuto numerosi incontri che hanno arricchito la nostra comprensione dell’ecosistema territoriale, come l’intervista di Gianni Dominici (AD di FPA) a Benedetta Brighenti, Presidente AESS – Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile. Il focus è sull’importanza del fare rete, di creare un ecosistema territoriale guidato dalle Istituzioni locali, che sostenga l’innovazione soprattutto in ambiti altamente sfidanti come quello dello sviluppo energetico sostenibile del territorio

23 Novembre 2023

F

Redazione FPA

In occasione dello Smart Life Festival di Modena, Gianni Dominici, AD di FPA ed Eleonora Bove, digital content strategist

di FPA hanno incontrato diversi attori dell’innovazione locale per capire come oggi le città rispondano alle sfide del cambiamento. Ne è nato un ReportagePA,. Tra i protagonisti dell’innovazione incontrati anche Benedetta Brighenti, Presidente AESS – Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile, di cui vi proponiamo l’intervista completa come fatto anche per Giuliano Albarani. La Brighenti racconta come sia fondamentale fa rete per innovare soprattutto in settori sfidanti come quello dell’energia e delle rinnovabili .Il sistema locale dell’innovazione, infatti, assume un ruolo strategico soprattutto in relazione alle tre trasformazioni in atto: organizzativa – istituzionale, tecnologica ed energetica.

AESS, l’agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile della città di Modena

Nata da un progetto europeo promosso dalla pubblica amministrazione di Modena, AESS rappresenta un importante punto di riferimento e incubatore rispetto ai temi energetici e dello sviluppo sostenibile. L’agenzia si è distinta per la sua capacità di promuovere l’innovazione, non solo tecnologica, ma anche nei processi interni della pubblica amministrazione.

Ha lavorato per favorire l’adozione delle tecnologie energetiche sostenibili e ha supportato i comuni nel processo di cambiamento organizzativo guidando la rete delle agenzie energetiche italiane.

Perché fare rete per lo sviluppo energetico sostenibile

L’essere parte di una rete offre numerosi vantaggi. Innanzitutto, consente di condividere conoscenze, esperienze e best practice con altri attori del sistema locale dell’innovazione. Inoltre, favorisce la collaborazione e l’interazione tra i diversi soggetti, permettendo di superare le sfide e di affrontare in maniera più efficace le trasformazioni in corso.

Tuttavia, esistono anche ostacoli da superare. Uno dei principali è rappresentato dalla complessità burocratica, che spesso rallenta i processi decisionali e impedisce una rapida implementazione delle iniziative di innovazione. In questo senso Benedetta Brighenti ha sottolineato come AESS cerca di facilitare i processi verso una maggiore semplificazione e una normativa più chiara e adatta alle esigenze dei territori.

Le parole chiave: collaborazione e semplificazione

L’Italia si trova in una posizione privilegiata all’interno dell’Unione Europea, ma presenta ancora delle fragilità nel processo di accelerazione dell’innovazione. Grazie alla rete europea delle agenzie energetiche e alla collaborazione con enti come l’ENEA, l’Ispra e il GSE, AESS lavora proprio per accompagnare i comuni nel processo di trasformazione. Trasformazione che ha subito sicuramente una accelerazione dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e che l’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile cerca di semplificare favorendo la comunicazione tra amministratori pubblici e personale tecnico. In conclusione, il valore della rete nel sistema locale dell’innovazione è evidente. Essa permette di condividere conoscenze ed esperienze, favorisce la collaborazione tra diversi attori e offre supporto nella gestione delle sfide dell’innovazione.

Focus ReportagePA Speciale Modena, il ruolo della "rete" per lo sviluppo energetico sostenibile

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Su questo argomento

Co-progettare il futuro welfare: IFEL su amministrazione condivisa e il progetto "Territori generativi"