La Strategia Europea dei dati e le opportunità per le città

Home Città e Territori La Strategia Europea dei dati e le opportunità per le città

Quali sono le opportunità della strategia europea dei dati per le città e per i territori? Ne abbiamo parlato con Emanuele Baldacci, Direttore delle risorse e CIO di Eurostat – Commissione Europea, in un’intervista realizzata in esclusiva per le città aderenti al progetto ICity Club 2021 e ora disponibile su forumpa.it

5 Gennaio 2022

F

Redazione FPA

Pubblichiamo la video intervista a Emanuele Baldacci, Direttore delle risorse e CIO di Eurostat – Commissione Europea, realizzata a luglio 2021 nell’ambito del progetto ICity Club 2021 e messa finora a disposizione in esclusiva per le città aderenti al progetto (i provvedimenti e riferimenti normativi citati fanno riferimento alla data dell’intervista).

Secondo la Commissione Europea, entro il 2025 il volume globale dei dati è destinato a quintuplicarsi, l’elaborazione dati cambierà trasferendosi principalmente da strutture di calcolo centralizzate verso oggetti connessi intelligenti, l’economia dei dati passerà dagli attuali 8 miliardi (2,4% del PIL dell’UE) a 829 miliardi arrivando a pesare c.ca il 5,8% del PIL dell’UE e il numero di professionisti impegnati nei dati raddoppierà raggiungendo quasi quota 11 milioni. 

I dati rappresentano un patrimonio informativo ed economico destinato a rappresentare un asset strategico delle policy istituzionali a tutti i livelli. Con il rilascio della strategia europea dei dati, la commissione UE intende promuovere l’uso dei dati e lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi puntando alla creazione di un mercato unico dei dati, dove dati personali e non personali, inclusi i dati sensibili e confidenziali possano circolare nel pieno rispetto delle regole e dei valori dell’EU e siano messi a disposizione delle PA e degli operatori privati. Quali sono le opportunità della strategia per le città e per i territori? Quali sono le azioni che possono essere messe in campo sin da ora? In che modo la strategia europea favorirà l’utilizzo di dati B2G?

Ne abbiamo parlato per ICity Club, con Emanuele Baldacci, Direttore delle risorse e CIO di Eurostat – Commissione Europea.


ICity Club, L’Osservatorio della Trasformazione Digitale Urbana di FPA, per il 2022 perfeziona gli strumenti messi a disposizione delle città aderenti, per dare vita a un laboratorio dedicato interamente all’accompagnamento e all’orientamento per la realizzazione degli obiettivi a loro dedicati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. su Su FPA Digital School è inoltre disponibile un nuovo percorso di formazione dedicato alle competenze trasversali per i dipendenti degli enti aderenti ad ICity Club. Scopri l’offerta ICity Club 2022.

Su questo argomento

Il digital twin per la pianificazione urbana: il caso di Zurigo