L’innovazione necessaria: FPA e P4I alla Milano Digital Week - FPA

L’innovazione necessaria: FPA e P4I alla Milano Digital Week

Home Città e Territori L’innovazione necessaria: FPA e P4I alla Milano Digital Week

Anche FPA e P4I saranno presenti alla Milano Digital Week con un ricco programma di appuntamenti il cui obiettivo sarà quello di animare il dibattito e valorizzare le esperienze di innovazione in atto e le soluzioni auspicabili per sostenere i territori nel superamento della crisi ed avanzare rapidamente verso gli stringenti obiettivi di sviluppo sostenibile che investono il Paese

10 Marzo 2021

F

Redazione FPA

Si svolgerà da mercoledì 17 a domenica 21 marzo 2021 la quarta edizione della Milano Digital Week, l’iniziativa promossa dal Comune di Milano – Assessorato alla trasformazione digitale e servizi civici – e realizzata da IAB Italia, Cariplo Factory e Hublab. Equità e sostenibilità, come principi irrinunciabili delle trasformazioni, e digitale come veicolo e acceleratore dei cambiamenti, saranno i temi portanti attorno ai quali si focalizzeranno i tantissimi confronti, discussioni ed eventi che animeranno la settimana digitale del capoluogo lombardo. L’evento è stato presentato nel corso di una conferenza stampa online.

Anche FPA e P4I saranno presenti con un ricco programma di appuntamenti il cui obiettivo sarà quello di animare il dibattito e valorizzare le esperienze di innovazione in atto e le soluzioni auspicabili per sostenere i territori nel superamento della crisi ed avanzare rapidamente verso gli stringenti obiettivi di sviluppo sostenibile che investono il Paese.

Si partirà giovedì 18 marzo alle 11,00 con l’appuntamento “La persona o i suoi dati al centro della smart-city?”,un talk dedicato alla data protection nell’ambito dello sviluppo dei sistemi IOT nelle città e ai rischi collegati al trattamento massivo dei dati e delle informazioni dei cittadini. Tra gli interventi, segnaliamo quello di Patrizia Cardillo, esperta privacy con lungo passato nella PA e coordinatore del network dei responsabili della protezione dati delle autorità indipendenti.

Subito a seguire, giovedì 18 marzo, alle 12,00 Daniele Fichera, esperto senior in urban innovation di FPA condurrà il talk Governance data driven: opportunità per le amministrazioni localicon un focus su sistemi avanzati di presidio territoriale e sull’interoperabilità per l’acquisizione di dati e informazioni che consentano interventi mirati, riducendo al minimo interferenze e inefficienze.

Al talk parteciperanno Gianluca Vannuccini, dirigente dei sistemi informativi – servizio sviluppo infrastrutture tecnologiche del Comune di Firenze e Alessandra Poggiani, Head of Corporate Programmes di Human Technopole, il nuovo istituto italiano di ricerca per le scienze della vita.

Chiuderanno l’evento Federico Arcuri e Giulio Barletta di P4I con un intervento sui rischi e le “opportunità” in termini di data protection.

Venerdì 19 marzo alle h. 15,00 nell’ambito del talk Città italiane come player del cambiamento: focus sui temi di azione saranno presentati e commentati i risultati del percorso di ascolto e di confronto che FPA, indagando i temi della resilienza e della ripartenza delle città italiane nell’anno della pandemia, ha raccolto nel Libro Bianco delle Responsive Cities. A commentare i temi e le questioni emerse, ci saranno Chiara Morandini, dirigente del servizio innovazione, ricerca e transizione digitale del Comune di Trento, Ines Seletti, assessore ai servizi educativi, inclusione scolastica ed informatica del Comune di Parma, Franco Amigoni, assessore allo sviluppo economico, ambiente, processi partecipativi e innovazione del Comune di Fidenza e Sebastiano Callari, assessore al patrimonio, demanio e sistemi informativi della Regione Friuli Venezia Giulia e coordinatore della Commissione speciale Agenda digitale della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

Tutti gli appuntamenti saranno trasmessi in streaming online sul nostro sito

Il programma completo della Milano Digital Week è disponibile sul sito dell’evento

Su questo argomento

Data governance, Chiantore (Modena): "Ecco come i dati rendono smart la città"