L’Inu porta a FORUM PA il governo del territorio

Home Città e Territori L’Inu porta a FORUM PA il governo del territorio

In tempi di trasformazioni urbane sempre più veloci e difficilmente controllabili, il governo del territorio diventa un’esigenza primaria per l’amministrazione pubblica. L’Istituto nazionale di urbanistica lo ritiene il tema per eccellenza e, già nel novembre scorso, ha elaborato una proposta di legge organica in materia, con l’obiettivo di superare la frammentazione locale, considerata il difetto principale della nostra legislazione.

7 Maggio 2009

M

Michela Stentella

Articolo FPA

In tempi di trasformazioni urbane sempre più veloci e difficilmente controllabili, il governo del territorio diventa un’esigenza primaria per l’amministrazione pubblica. L’Istituto nazionale di urbanistica lo ritiene il tema per eccellenza e, già nel novembre scorso, ha elaborato una proposta di legge organica in materia, con l’obiettivo di superare la frammentazione locale, considerata il difetto principale della nostra legislazione.
Per verificare lo stato dell’arte rispetto a questa proposta, l’Inu promuove un incontro, che si terrà il 13 maggio prossimo all’interno di FORUM PA ’09: “Il governo del territorio fra legge di principi e politiche pubbliche” è il titolo del convegno, in programma a partire dalle ore 10.00.

Nel corso dell’incontro verrà annunciata l’adesione, da parte dell’Inu, alla "Carta delle città e dei territori d’Italia per il clima", il documento realizzato dal Coordinamento delle Agenda 21 locali italiane, in collaborazione con Associazione nazionale comuni italiani (Anci) e l’Unione province italiane (Upi), che candida i Comuni, le Province e le Regioni d’Italia ad avere un ruolo attivo nel raggiungimento degli impegni vincolanti del "Pacchetto Energia 20+20+20" dell’Unione Europea e nell’ambito dei negoziati che si terranno a Copenhagen a dicembre 2009, quando verranno ridiscussi i contenuti dell’accordo che sostituirà il Protocollo di Kyoto.

 

Su questo argomento

COVID-19 e analisi dei flussi di mobilità. I big data a supporto degli Enti locali