Maurizio Manzi: “Entro fine anno a Cremona, in cloud tutti i servizi digitali del Comune”

Home Città e Territori Maurizio Manzi: “Entro fine anno a Cremona, in cloud tutti i servizi digitali del Comune”

Sicurezza e flessibilità: ecco i vantaggi del passaggio al cloud raccontati in questa intervista da Maurizio Manzi, Assessore al bilancio, all’innovazione e digitalizzazione del Comune di Cremona

7 Dicembre 2021

F

Redazione FPA

Per la serie “Dialoghi sull’innovazione urbana” – gli incontri sul futuro delle città e sugli scenari della ripartenza, nel contesto del progetto  ICity Club – l’intervista a Maurizio Manzi, Assessore al bilancio, all’innovazione e digitalizzazione, che ci racconta il passaggio completo al cloud per il Comune di Cremona. 

Maurizio Manzi racconta a Clara Musacchio, area ricerca Advisory e formazione di FPA, come sia nata l’idea di portare in cloud tutti i servizi messi a disposizione dal comune. Cremona è una delle città che più si è spesa per l’attivazione dei servizi digitali per la cittadinanza e ha deciso di dedicare tutto il 2021 al consolidamento del passaggio al cloud. Dal mese di aprile tutti i sistemi del comune sono passati al cloud e l’obiettivo del Comune di Cremona è quello di concludere l’intero processo entro il 2021. 

Maurizio Manzi spiega che grazie a questo progetto è stata senza dubbio implementata la sicurezza informatica, con il backup di dati e il disaster recovery, prevedendo un data center secondario che può intervenire in caso di necessità. Per il comune di Cremona il passaggio al cloud significherà anche lasciare in capo ad Aria (Azienda Regionale per l’Innovazione e gli Acquisti) la gestione delle architetture e delle infrastrutture, mantenendo però la gestione degli applicativi e la governance interna sul corretto utilizzo delle piattaforme. Maurizio Manzi mette l’accento anche su uno dei vantaggi, spesso non considerato, di questo sistema, cioè attivare le risorse quando servono e disattivarle quando non sono necessarie. 

Cremona partecipa a ICity Club, l’osservatorio della trasformazione digitale urbana di FPA