Milano presenta i primi dati dell’effetto Ecopass

Home Città e Territori Milano presenta i primi dati dell’effetto Ecopass

L’assessore Landi ha presentato i primi risultati del progetto qualità dell’aria e del suo impatto sulla salute. Una ricerca su cinque ospedali milanesi, avviata nel novembre 2007, per valutare la correlazione tra gli accessi all’ospedale per patologia acuta e cardio-respiratorie e i livelli di inquinamento ambientale, nelle differenti zone della città, in particolare su bambini e anziani.

12 Giugno 2008

P

Letizia Pica

Articolo FPA

L’assessore Landi ha presentato i primi risultati del progetto qualità dell’aria e del suo impatto sulla salute. Una ricerca su cinque ospedali milanesi, avviata nel novembre 2007, per valutare la correlazione tra gli accessi all’ospedale per patologia acuta e cardio-respiratorie e i livelli di inquinamento ambientale, nelle differenti zone della città, in particolare su bambini e anziani. Il confronto tra primi tre mesi del 2007 e lo stesso periodo del 2008 ha dato un’indicazione positiva: nei primi mesi di introduzione di Ecopass le ospedalizzazioni sono state 6.026, contro le 6.182 dell’anno precedente.

“Voglio essere cauto nel parlare della salute dei cittadini – ha dichiarato l’assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna -, ma il Piano mobilità, salute e ambiente varato da questa amministrazione è organico e strategico ed esplicativo della volontà di salvaguardare il benessere dei milanesi. Non esiste, del resto ,qualità dell’ambiente che non sia finalizzata alla salute.
I dati che oggi possiamo presentare sono ancora parziali, ma incoraggianti. Abbiamo intrapreso un percorso importante, certamente lungo, ma che comincia già a dare i primi risultati: parlo di una riduzione del 2,5% delle ospedalizzazioni per patologie conseguenti all’inquinamento atmosferico su un campione di oltre 16mila casi esaminati ad oggi. A fine anno saranno circa 40mila e questo mi consentirà di essere più esaustivo. I primi dati mi fanno ritenere che, continuando sulla strada intrapresa, si arriverà ad un risultato sempre più soddisfacente”.

Tra i principali programmi attivati dall’Assessorato “Ricerca, Innovazione e Capitale Umano”, nell’ambito del progetto ‘Valutazione della relazione tra patologie respiratorie pediatriche e livelli di inquinanti aerei’, vi è lo studio retrospettivo sui ricoveri ospedalieri. Nell’ambito del progetto sono stati presi in esame tutti i ricoveri presso la Clinica S. Paolodi pazienti con meno di 15 anni nell’anno 2007 (391). E’ stata riscontrata un’associazione significativa tra ricoveri per patologie respiratorie e concentrazione media giornaliera di PM10 (p<0,000,1)”.
“Questi primi dati – ha detto l’assessore Rossi Bernardi – sembrano indicare una stretta correlazione tra i due fenomeni nella popolazione pediatrica. Esisterebbe, cioè, una relazione tra le patologie respiratorie pediatriche e livelli di inquinanti aerei”.

“Il Comune di Milano ha messo in atto una serie di interventi strutturati a favore della mobilità sostenibile e dell’ambiente”, ha detto, infine, l’assessore Edoardo Croci. “In particolare si conferma l’effetto positivo di Ecopass sul traffico, sull’aria e sulla riduzione dei veicoli più inquinanti in accesso nell’area Ecopass. I primi cinque mesi del 2008 si sono rivelati i migliori di sempre per la qualità dell’aria a Milano”.

Il traffico in ingresso nell’area Ecopass, nel mese di maggio 2008, mostra una diminuzione degli accessi rispetto al picco registrato nel mese di aprile, con valori che si riportano sulle medie del mese di marzo. Le variazioni degli accessi rispetto al periodo di riferimento (calcolate come media delle settimane fra il 22 e il 26 ottobre e fra il 12 e il 16 novembre 2007) mostrano un calo del 16,6% nel totale degli accessi, che arriva al 21,4% non considerando la quota dei veicoli autorizzati.

FONTE: Comune di Milano

Su questo argomento

Servizi digitali ai cittadini: “Il digitale non potrà mai sostituire del tutto le persone”