Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Tasse e imposte, quanti soldi ci chiede il Comune?

Home Economia Tasse e imposte, quanti soldi ci chiede il Comune?

Una domanda che magari si saranno fatti in molti e che grazie ai dati di openbilanci ha oggi una risposta.

20 Gennaio 2016

R

Redazione Openpolis

Ogni anno i cittadini delle grandi città italiane sborsano oltre 700 fra tasse e imposte. Nell’ultimo anno di rilevazione la più “cara” era Venezia, dove i tributi ammontano ad oltre mille euro pro capite.

Quanti soldi spendiamo in tasse e imposte comunali? Una domanda che magari si saranno fatti in molti, che grazie ai dati di openbilanci ha una risposta. Innanzitutto è giusto dividere le due cose.

Quando parliamo di imposte, ci riferiamo ad un prelievo coattivo di ricchezza dal cittadino contribuente, che non è connesso ad una specifica prestazione da parte dell’ente comunale; viceversa le tasse vengono riscosse a fronte di uno specifico servizio di cui il cittadino ha usufruito. Nel primo caso parliamo di spese praticamente inevitabili, per esempio quella sulla casa o l’addizionale Irpef, nel secondo di tasse per servizi che si richiedono al Comune, come l’occupazione di suolo pubblico.

In media, in una classifica delle 15 città più popolose d’Italia, parliamo di €722 all’anno pro capite. Fra tutte, guida Venezia che nel 2013 ha incassato oltre mille euro (€1.170,21) da ogni singolo cittadino in tasse e imposte. Sempre sul podio Padova (€841,75) e Firenze (826,33). In fondo alla classifica: Bari (€578,58), Trieste (€535,26) e Palermo (€529,91).

Per approfondimenti:

Su questo argomento

Perché le Zes possono rilanciare la produzione del Mezzogiorno