271 città "ci mettono la faccia". Dal Ministero i dati 2010 sulle faccine - FPA

271 città “ci mettono la faccia”. Dal Ministero i dati 2010 sulle faccine

Home PA Digitale Servizi Digitali 271 città “ci mettono la faccia”. Dal Ministero i dati 2010 sulle faccine

Nel corso del 2010 le sedi e gli sportelli dotati di emoticon sono piu’ che raddoppiate, passando rispettivamente da 230 a 521 e da 900 a 2.557. A oggi le ”faccine’ sono presenti in 271 citta’ italiane.

I numeri 2010 di “Mettiamoci la faccia”, sono resi noti dal Ministero per la pubblica amministrazione e innovazione, che esprime soddisfazione per la diffusione crescente del sistema di rilevazione della customer satisfaction basato sulle ormai famose “faccine”.

25 Gennaio 2011

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Nel corso del 2010 le sedi e gli sportelli dotati di emoticon sono piu’ che raddoppiate, passando rispettivamente da 230 a 521 e da 900 a 2.557. A oggi le ”faccine’ sono presenti in 271 citta’ italiane.

I numeri 2010 di “Mettiamoci la faccia”, sono resi noti dal Ministero per la pubblica amministrazione e innovazione, che esprime soddisfazione per la diffusione crescente del sistema di rilevazione della customer satisfaction basato sulle ormai famose “faccine”.

Le nuove adesioni
“Nel mese di dicembre – si legge nella nota del Ministero – hanno avviato la rilevazione i Comuni di Aci Bonaccorsi (CT) e di Tempio Pausania (OT). L’Università degli Studi di Foggia ha dislocato i dispositivi delle ‘faccine’ nelle segreterie studenti di sei Facoltà, aggiungendosi al novero delle universitarie, la cui partecipazione è crescente. Inoltre, hanno esteso la rilevazioni a nuovi servizi il Comune di Brozolo (TO), relativamente ai servizi di urbanistica ed edilizia, e la Provincia di Brescia, per servizi web legati all’ambiente e tutela del territorio, al commercio e alle attività produttive, all’infrastrutture e mobilità, all’urbanistica.
Infine, Poste Italiane ha dato il via al percorso di diffusione territoriale del sistema di rilevazione della customer, coinvolgendo più di 120 nuove sedi e circa 1.000 sportelli”.

La risposta dei cittadini
Il Ministero fornisce anche i dati sulla risposta dei cittadini, rendendo noto che “a dicembre i feedback espressi dai cittadini sono stati quasi 300.000, con una media settimanale di 73.000 valutazioni, confermando l’abituale calo dovuto al periodo natalizio.
Nel complesso i giudizi hanno superato il tetto dei 5 milioni, metà dei quali raccolti negli ultimi sette mesi. Il tasso di partecipazione per i diversi canali si mantiene stabile, con una propensione maggiore a esprimere il giudizio per i servizi erogati allo sportello. I feedback continuano a essere largamente positivi: le ‘faccine’ verdi risultano infatti prevalenti in tutti i canali (90% allo sportello, 80% al telefono e 78% sul web).