Al via l’impresa in un click

Home PA Digitale Al via l’impresa in un click

Un unico modulo inviato via Internet alle Camere di Commercio consentirà di assolvere tutti gli adempimenti relativi al Registro delle imprese, INPS, INAIL e Agenzia delle Entrate.

1 Ottobre 2009

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Un unico modulo inviato via Internet alle Camere di Commercio consentirà di assolvere tutti gli adempimenti relativi al Registro delle imprese, INPS, INAIL e Agenzia delle Entrate.

Niente code agli sportelli, nessuna duplicazione di informazioni tra quattro amministrazioni diverse. Ma un unico modulo da compilare e inviare comodamente nell’arco dell’intera giornata tramite Internet, con la certezza di ricevere, in tempo reale e senza muoversi dal proprio computer, il via libera per creare, modificare o chiudere un’impresa, assolvendo a tutti gli obblighi riguardanti il Registro delle imprese, l’INPS per gli aspetti previdenziali, l’INAIL per quelli assicurativi, l’Agenzia delle Entrate, per quelli fiscali e per l’ottenimento della partita Iva.

Questo è già possibile da oggi, 1° ottobre 2009, grazie alla Comunicazione Unica, che giunge alla fase di sperimentazione. La sperimentazione si concluderà il 31 marzo 2010 e, dal 1° aprile, le comunicazioni di avvio dell’impresa dovranno essere presentate unicamente per via telematica o su supporto informatico all’ufficio del registro delle imprese. Tutte le Camere di Commercio, comunque, hanno già effettuato i test necessari a mettere a punto l’infrastruttura telematica gestita da Infocamere, ricevendo, fino ad oggi, circa 28mila comunicazioni uniche.

“Oggi l’Europa – ha detto il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello – ci chiede di diminuire il peso della burocrazia sulle imprese per circa 4,1 miliardi di euro. Aver ridotto a una sola comunicazione, possibile per di più per via telematica, gli obblighi prima dovuti a 4 amministrazioni diverse, consente all’imprenditore di impiegare molto meno tempo e meno risorse umane, a tutto vantaggio del core business dell’impresa stessa”.

Le amministrazioni destinatarie della “comunicazione unica” sono gli uffici del Registro delle imprese delle Camere di Commercio, l’Agenzia delle Entrate, l’INPS, l’INAIL, le commissioni provinciali per l’artigianato ovvero gli uffici preposti alla tenuta dell’Albo delle imprese artigiane e il Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali.
Fino ad oggi, però, sono stati presi accordi per la definizione del contenuto dei dati oggetto della “comunicazione unica” e delle modalità per l’immediato trasferimento delle informazioni alle amministrazioni interessate solo con l’Agenzia delle Entrate, l’INPS e l’INAIL.