Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Cloud e procurement: ecco gli strumenti Consip a supporto delle pubbliche amministrazioni

Home PA Digitale Cloud e procurement: ecco gli strumenti Consip a supporto delle pubbliche amministrazioni

Per supportare le PA nel percorso evolutivo dell’ICT pubblico Consip ha previsto una serie di strumenti volti a indirizzare i fabbisogni di Cloud computing degli enti pubblici. Scopriamoli insieme

3 Giugno 2019

F

Redazione FPA

Photo by Daniel Falcão on Unsplash - https://unsplash.com/photos/Pt27b3dRdVA

Dal 1 aprile 2019 le Amministrazioni Pubbliche possono acquisire esclusivamente servizi cloud qualificati da AgID e pubblicati nel Cloud Marketplace, ora ribattezzato Catalogo dei servizi Cloud per la PA qualificati. Che cos’è il marketplace? È la piattaforma che, esponendo i servizi e le infrastrutture qualificate da AgID (secondo quanto disposto dalle Circolari AgID n. 2 – qualificazione dei Cloud Service Provider – e n. 3 – qualificazione dei fornitori Software as a Service-  del 9 aprile 2018), permette di visualizzare le caratteristiche tecniche, il modello di costo e i livelli di servizio dichiarati da ogni fornitore.

Tuttavia gli elenchi contenuti nel marketplace non costituiscono un catalogo acquisti. Ogni PA che vorrà approvvigionarsi di un servizio cloud qualificato dovrà, in ogni caso, utilizzare gli strumenti di acquisto previsti dal Codice dei contratti.

Per supportare le PA nel percorso evolutivo dell’ICT pubblico Consip ha previsto una serie di strumenti volti a indirizzare i fabbisogni di Cloud computing degli enti pubblici.

Gli strumenti

Già da luglio 2016 le PA possono contare sui servizi IaaS, PaaS, SaaS offerti nell’ambito della gara SPC cloud lotto 1, nonché dai servizi professionali di cloud enabling corredati.

A questi si aggiungono poi gli strumenti avviati nell’ambito del Programma per la razionalizzazione degli acquisti nella PA, ovvero Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (Mepa) per gli acquisti sottosoglia e Sistema dinamico di acquisto della Pubblica Amministrazione (Sdapa), per gli acquisti sopra-soglia da effettuarsi con appalti specifici.

Con l’entrata in vigore dell’obbligo di approvvigionarsi dei soli servizi presenti sul Marketplace, Consip ha provveduto all’adeguamento della documentazione dei bandi ICT su Mepa e Sdapa per assicurare che i servizi Cloud acquisiti dalle amministrazioni siano esclusivamente servizi qualificati da AgID.

Infine, a seguito dell’approvazione del nuovo Piano triennale 2019-2021, è stata recentemente aggiornata la programmazione delle nuove gare strategiche ICT definite da Agid, Team digitale e Consip nel 2018 con l’obiettivo di mettere a disposizione delle PA servizi e strumenti abilitanti la trasformazione digitale ed agevolare la transizione dei sistemi informativi verso un modello cloud definito.

Nel corso del Convegno “Infrastrutture e cloud: lo stato del percorso evolutivo dell’ICT pubblico”, Mauro Laurenti, Direzione Sourcing ICT di Consip, ha illustrato l’evoluzione della mappa dell’offering di Consip per supportare l’adozione del paradigma Cloud first.

QUI TUTTI GLI ATTI DEL CONVEGNO

IL CONVEGNO

Infrastrutture e cloud: lo stato del percorso evolutivo dell’ICT pubblico

Con la conclusione del censimento del patrimonio informativo della PA e l’avvio del processo di qualificazione dei Poli Strategici Nazionali (PSN) e dei Cloud Service Provider (CSP), il piano di razionalizzazione delle risorse ICT della PA entra nella sua fase cruciale.

Roma Convention Center "La Nuvola", 14 Maggio 2019

Su questo argomento

Avvoltoi e biciclette: un viaggio nella gamification delle politiche pubbliche