FORUM PA POP | 16 maggio: tutte le interviste dalla web TV di FORUM PA 2023

Home PA Digitale FORUM PA POP | 16 maggio: tutte le interviste dalla web TV di FORUM PA 2023

Tra gli ospiti della prima giornata della web TV di FORUM PA 2023: Francesca Cavallucci, Unione dei Comuni della Bassa Romagna; Linda Laura Sabbadini, Istat; Fabrizio Rauso, SOGEI; Mariano Corso, Osservatorio Sanità Digitale del Politecnico di Milano; Patrizia Ravaioli, Formez PA; Daniela Greco, Corte dei Conti,; Carlo Biasco, Inail; Michele Caccamo, Ministero della Difesa; Federica Meta, CorCom; Giorgio Taverniti, WMF – We Make Future. Ma per scoprire tutti i temi e tutti gli ospiti leggi l’articolo e rivedi le interviste

23 Giugno 2023

F

Redazione FPA

FORUM PA Pop è la web TV di FORUM PA 2023 che, nei tre giorni di evento, ha ospitato una trasmissione giornalistica no-stop, realizzata negli studi allestiti all’interno del Palazzo dei Congressi di Roma, per raccontare in diretta quanto avveniva dal vivo. Un racconto realizzato attraverso rubriche quotidiane e interviste, collegamenti live dello spazio espositivo e dalle sale eventi, spazio social, highlights dagli eventi e video riassuntivi a fine giornata.

Cosa è accaduto nel FORUM PA POP del 16 maggio? Per scoprirlo potete rivedere la registrazione integrale della diretta, in questo articolo vi segnaliamo invece le singole clip delle interviste andate in onda nella prima giornata.

La Rubrica di apertura è stata nei tre giorni l’ormai immancabile “Un Caffè con…” condotto da Annalisa Gramigna, Esperta Fondazione IFEL, e Michele Melchionda, Responsabile per la Transizione al Digitale Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un momento dedicato a presentare i temi e i principali appuntamenti della giornata, con in più l’intervista a ospiti ogni giorno diversi. Nella prima giornata Melchionda e Gramigna hanno incontrato Francesca Cavallucci, Dirigente Area Risorse Umane dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna per un focus su come trattenere i talenti nella PA. Da un’indagine condotta dall’Università Cattolica di Milano alla fine del 2022 sono emersi due dati significativi: da una parte i giovani non sono attratti dalla pubblica amministrazione perché la vedono ermeticamente chiusa; dall’altra pensano di non poter fare carriera all’interno del contesto della PA. Per Francesca Cavallucci è importante invertire la narrazione e intervenire su più fronti, uno di questi riguarda la capacità di recuperare la fiducia dei giovani, per cui va implementata la filiera tra Ministero dell’Istruzione, Scuola Nazionale dell’Amministrazione, Università, Pubblica Amministrazione, una partnership strategica per allineare le competenze. E poi c’è da rivedere il processo del recruting.

Dopo il Caffè con… ogni giorno in palinsesto una Rubrica dedicata al tema delle competenze, che ha visto come ospiti alcuni docenti delle Academy di FORUM PA 2023. Nella prima giornata abbiamo intervistato Enrica Piermattei, Founder Elidea psicologi associati, per cogliere il suo punto di vista sul tema delle competenze trasversali. Come valorizzare se stessi all’interno di un assessment, ovvero di una procedura di valutazione delle competenze trasversali nella PA? Quando si parla di soft skills non ci si riferisce al sapere o al saper fare operativo tecnico, quanto ad “una caratteristica intrinseca all’individuo che lo accompagna al variare delle situazioni”, e quindi alla capacità di attraversare contesti sia personali sia lavorativi differenti. Elidea psicologi associati divide le competenze in 4 macro-categorie: competenze comunicative relazionali; competenze manageriali organizzative e gestionali; competenze cognitive; competenze personali emotive. È disponibile anche l’Academy di FORUM PA 2023, “Valorizzare sé stessi: come prepararsi a un assessment nella PA”, condotta da Enrica Piermattei.

Un altro appuntamento fisso nel palinsesto di FORUM PA POP si è focalizzato sui temi della parità di genere. Il 16 maggio ne abbiamo parlato con Linda Laura Sabbadini, Capo Dipartimento per lo sviluppo di metodi e tecnologie per la produzione e diffusione dell’informazione statistica dell’Istat, che ha guidato nel 2021 il confronto del Women20, l’engagement group del G20 composto da donne rappresentanti dei venti paesi che producono l’80% del PIL mondiale. La statistica ufficiale è un bene pubblico e in quanto bene pubblico deve dare un insieme di indicatori di disuguaglianza, di benessere, a supporto delle politiche per comprendere le criticità presenti in tutte le fasi della vita e individuare le soluzioni per ridurle. Sabbadini indica tre livelli sui quali intervenire per misurare fenomeni anche molto sensibili: il primo è quello metodologico; il secondo è legato alla capacità di individuare contenuti adeguati per descrivere la società, il terzo è quello di rendere fruibile il più possibile l’informazione trasmettendola in modo semplice, accessibile ai diversi target di popolazione.

A commentare l’Open Day PA è intervenuto al FORUM PA Fabrizio Rauso, Direttore Persone, Organizzazione e Digital eXperience di SOGEI, che ha evidenziato come passare da un paradigma di comando e controllo a un paradigma di fiducia, delega e responsabilità, voglia dire creare un ambiente che comincia dal management, dall’accogliere questo nuovo modo di lavorare e questo crea employer branding. La forza dell’employer branding sta proprio in ciò che le persone dicono della propria realtà organizzativa. Rauso ha parlato di “purpose” come leva su cui puntare le strategie di employer branding nella PA. Il purpose diventa la cultura trasformativa dell’azienda, ridefinire lo scopo ancora una volta aiuta.

Di come rendere la PA attrattiva per i giovani abbiamo parlato anche con Dario Adduce, Eleonora Mastrippolito e Chiara Guiotto: 3 giovani di Officina PA, il programma ideato e promosso da Officine Italia, la cui prima edizione è partita a ottobre 2022, che prevedeva l’inserimento di 12 giovani talenti all’interno di tre ministeri chiave per l’attuazione del PNRR, attraverso un percorso formativo e attività di lavoro sul campo.

Abbiamo parlato inoltre di intelligenza artificiale soffermandoci sui bias di genere e su sfide e opportunità etiche associate alla tecnologia, con Federica Meta, Redattrice CorCom, testata del Gruppo Digital 360, e con Giorgio Taverniti, uno degli ideatori del Festival WMF – We Make Future.

Patrizia Ravaioli, Direttrice Generale Formez PA, ci ha invece raccontato le sfide della formazione nel processo di rinnovamento della PA e il nuovo ruolo di Formez PA a supporto delle amministrazioni. Tra i 150 progetti gestiti da Formez PA, Patrizia Ravaioli ne cita in particolare uno: si tratta della definizione di un modello delle competenze, condiviso tra tutte le amministrazioni, per una gestione delle risorse umane competency based.

Abbiamo poi incontrato i tre vincitori del Premio “Rompiamo gli schemi”: Gianna Elisa Berlingerio, Direttora del Dipartimento Sviluppo Economico Regione Puglia, Maurizio Musio, Tecnico impianti tecnologici ed energie rinnovabili presso il Comune di Serrenti e Paolo Valerio Santamaria, Funzionario analista di processo/Allievo dirigente SNA INPS, che ci hanno raccontato la loro esperienza e la loro visione dell’innovazione nella PA.

Focus sul tema Sanità digitale, invece, con Mariano Corso, Presidente di P4I, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Sanità Digitale del Politecnico di Milano, che sottolinea come tutti i cambiamenti tecnologici debbano andare di pari passo con un cambiamento organizzativo, normativo, infrastrutturale. Siamo di fronte a nuovi trend di innovazione per la salute – intelligenza artificiale, chatGPT, metaverso, digital twin sono solo alcuni dei paradigmi e delle soluzioni che prima o poi investiranno la filiera della salute -, ma ancora una volta quello che manca è la capacità delle persone di utilizzare nuovi strumenti, il primo passo da fare è ripartire dalle persone.

Ogni giorno a FORUM PA POP abbiamo inoltre invitato i partecipanti ai tavoli di lavoro dei Cantieri di FORUM PA 2023 per scoprire i principali punti emersi dal confronto in manifestazione. Il 16 maggio è stata la volta dei Cantieri riservati agli “Energy & Facility manager” e agli “HR Manager” nella PA.

Per il Cantiere HR Manager abbiamo avuto con noi Daniela Greco, Dirigente Generale per la gestione delle risorse umane della Corte dei Conti, e Carlo Biasco, Direttore Centrale D.C. Risorse Umane dell’Inail. Nel corso dell’intervista abbiamo chiesto ai nostri ospiti “quali principali innovazioni sul fronte del reclutamento portare avanti”. Per Greco è fondamentale riuscire a far lavorare i giovani in gruppo, creare dei profili condivisi, in modo da far crescere sia il singolo sia l’amministrazione. Biasco è concorde nel credere che non sia più possibile pensare di lasciare una competenza in capo a una persona. Le ultime proiezioni Inail evidenziano che nel corso dei prossimi cinque anni solo per anzianità perderanno circa il 20% dei propri dipendenti, non è concepibile pensare che il 20% delle competenze vada perso senza un adeguato affiancamento dei giovani.

Per il Cantiere Energy e Facility manager abbiamo intervistato il Generale Michele Caccamo, Direttore per l’Area Energia e Ambiente – Task Force per la valorizzazione degli immobili, l’Energia e l’Ambiente – del Ministero della Difesa che ha evidenziato come molto è stato fatto, ma molto c’è ancora da fare per rendere le pubbliche amministrazioni organizzazioni sempre più consapevoli dell’uso efficiente e razionale delle risorse. È importante spingere su soluzioni tecnologiche, infrastrutture innovative, ricerca e sviluppo, oltre che su competenze e formazione del personale della PA. Ecco alcuni spunti emersi dall’intervista. Ad analizzare e commentare i risultati emersi da questo Tavolo di lavoro anche Maurizio Saitta, Direttore Industrial and Proposal Business to Government di Edison Next, di cui potete rivedere qui l’intervista.

Infine, nel palinsesto di FORUM PA POP diversi spazi sono stati dedicati allo “Speciale ICity Club: voci dalle città”: stiamo pubblicando le interviste nello spazio dedicato “ICity Club – L’Open Space dell’innovazione urbana” che vi invitiamo a visitare. Il 16 maggio questa rubrica dedicata alle città del Club ha visto l’intervista a Illena Sacconi, Dirigente Servizio Sviluppo Organizzativo, Risorse Umane del Comune di Cagliari, e Ferdinando Abate, Dirigente Servizio Sviluppo infrastrutture tecnologiche, Comune di Firenze, e Pasquale Criscuolo, Direttore Generale e Segretario Generale del Comune di Parma.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Su questo argomento

Giacomo Angeloni (Bergamo): “Prossimi obiettivi: semplificare sempre di più la vita dei cittadini attraverso la tecnologia”