Is TECH a FORUM PA 2011

Home PA Digitale Is TECH a FORUM PA 2011

29 Aprile 2011

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Una rete d’impianti denominati APA (Abbattimento Polveri Atmosferiche) per la drastica diminuzione dei principali inquinanti atmosferici d’origine antropica presenti nel contesto urbano. E’ questa la soluzione tecnologica in fase sperimentale che Is TECH presenterà a FORUM PA, nell’ambito della più ampia progettualità APAS (Air Pollution Abatement Systems), allo scopo di realizzare un obiettivo primario per i cittadini, ossia rendere le città realmente “sostenibili” e ricondurle ad una “dimensione umana”. In prospettiva è previsto l’utilizzo della soluzione anche nei siti industriali, con APA opportunamente dimensionati,  e quindi in tutti gli ambiti con problemi d’inquinamento d’origine antropica rilevante, come linee metropolitane o parcheggi sotterranei.
Padiglione 8 –  Stand 10
<!–![endif]__comment__end__

 

<!–![endif]__comment__end__

La scheda di presentazione a cura di Is TECH

La vetrina di Forum PA rappresenta per Is TECH una naturale destinazione. Nell’ambito delle iniziative di business, in effetti, lo sviluppo del nostro importante progetto nel comparto ambiente, per gli effetti sociali di tale iniziativa, vede la Pubblica Amministrazione e i cittadini quali “stakeholder principali”.

La programmazione di un elevato livello di tutela ambientale è, infatti, uno dei presupposti fondamentali per assicurare uno sviluppo urbano davvero sostenibile e per garantire un’adeguata qualità di vita alla popolazione. Peraltro, l’adozione di soluzioni efficaci ed efficienti che salvaguardino e preservino la qualità della vita delle generazioni future, non è più procrastinabile. L’80% della popolazione europea vive ormai nelle città e deve far fronte a problematiche comuni: dalla cattiva qualità dell’aria al traffico, dal consumo spropositato di energia alla produzione di rifiuti ed alle emissioni di gas serra. Le città costituiscono l’ambito di riferimento per la maggior parte delle attività umane di produzione e consumo, che esercitano una pressione diretta sull’ambiente urbano, resa evidente in particolare dalla cattiva qualità dell’aria. Abbiamo dunque bisogno di un nuovo modo di intendere le nostre città, per renderlr realmente “sostenibili”, vivibili, e ricondurle a “dimensione umana”! Aziende e istituzioni debbono quindi agire in collaborazione, individuando iniziative coordinate e sinergiche.

La progettualità APAS – Air Pollution Abatement Systems seppur perfettibile, risponde pienamente ai predetti requisiti e agli obiettivi primari da perseguire per ciò che la popolazione necessita e richiede con sempre maggiore attenzione.

Progetto APAS – Air Pollution Abatement Systems

Is TECH, per il tramite della consociata S.P.In, ha portato in fase di sviluppo sperimentale una soluzione tecnologica denominata APA – Abbattimento Polveri Atmosferiche –, nell’ambito del più ampio Progetto APAS.

Detta soluzione APA presenta caratteristiche e innovazioni rivoluzionarie; è applicabile con immediatezza diffusamente e, nell’ambito di un approccio sociale e di sviluppo davvero sostenibile, lo è in particolare nei nuclei urbani caratterizzati sempre più dall’elevatissima concentrazione di polveri sottili derivanti principalmente dai consumi e dallo stile di vita degli individui, che comportano la principale incidenza sulla salute della popolazione.

Le programmazioni della nostra iniziativa seguono, in primis, una linea strategica definita “sociale”, appunto di sviluppo sostenibile e di miglioramento concreto della qualità della vita della popolazione: il miglioramento della qualità dell’aria!!! Si prevede, dunque, la creazione di una rete geografica distribuita d’impianti APA per la bonifica dell’aria nell’ambito dei nuclei e degli insediamenti urbani, nelle aree ad alta densità di traffico e nei luoghi in cui le concentrazioni di gas serra permangono più elevate.

APA è un sistema intelligente, brevettato, atto all’abbattimento dei principali inquinanti d’origine antropica presenti nell’atmosfera, composto da tre stadi:
 

  •     il primo è utilizzato per l’abbattimento ad umido degli idrocarburi in forma di particolato, metalli pesanti, polvere, pollini, spore;
  •     il secondo è utilizzato per l’ossidazione elettrolitica degli idrocarburi leggeri, sequestro dei metalli e dissociazione di composti inorganici, quali NOx e SOx;
  •     il terzo è utilizzato per la trasformazione chimica della CO2 in forma di bicarbonato.

Gli impianti APA, la cui operatività è garantita estensivamente In-door e Out-Door,  presentano un’integrazione fisico – chimica – meccanica – ICT che ne permette una gestione completa anche da remoto e la rilevazione, il monitoraggio e la gestione dei dati ambientali e sensibili per presidiarne il funzionamento mediante reti di sensori (wireless smart sensor network); inoltre, è prevista la rilevazione dei dati di base per l’elaborazione di modelli climatici specifici, funzionali all’elaborazione di possibili strategie politico – economico – sociali sul territorio. Gli impianti APA funzionano inoltre con continuità (H24, fondamentalmente, o a seconda delle indicazioni dei sensori), sono configurati per essere alimentati con soluzioni ad energia rinnovabile (o con approvvigionamento a distanza), richiedono manutenzione periodica a bassa frequenza e prevedono che le reazioni chimiche avvengano tra gas serra e reagenti a bassissimo costo.

Linee parallele di sviluppo del business

A latere dell’applicazione alle aree urbane ne è previsto l’utilizzo nei siti e complessi industriali (con APA opportunamente dimensionati per capacità d’aspirazione, consumi d’energia, impatto acustico, ecc) e, diffusamente, in tutti gli ambiti che, per loro peculiarità, presentano problemi d’inquinamento d’origine antropica rilevante (ad es. linee metropolitane, parcheggi sotterranei, altri ambiti indoor).

La soluzione tecnologica APA sarà  presentata a FORUM PA nell’attuale forma prototipale.
 

 

<!–![endif]__comment__end__