MiaPA vince il Premio speciale Open Data della rivista E-Gov

Home Open Government Open Data MiaPA vince il Premio speciale Open Data della rivista E-Gov

MiaPA, l’iniziativa del Ministero dell’innovazione e della Pubblica Amministrazione in collaborazione con FORUM PA, Formez PA e Mobnotes che ha aperto la pubblica amministrazione italiana al social check-in in rete, ha vinto il Premio speciale Open Data della rivista E-Gov.
A ritirare il premio, consegnato oggi a Roma in occasione del convegno "Amministrazioni Intelligenti che cambiano il Paese", Marco Villani Direttore Formez PA.

14 Aprile 2011

C

Chiara Buongiovanni

Articolo FPA

MiaPA, l’iniziativa del Ministero dell’innovazione e della Pubblica Amministrazione in collaborazione con FORUM PA, Formez PA e Mobnotes che ha aperto la pubblica amministrazione italiana al social check-in in rete, ha vinto il Premio speciale Open Data della rivista E-Gov.
A ritirare il premio, consegnato oggi a Roma in occasione del convegno "Amministrazioni Intelligenti che cambiano il Paese", Marco Villani Direttore Formez PA.

MiaPA è innanzitutto uno strumento di PA social, dal momento che apre sulla piattaforma Mobnotes un nuovo canale per dare voce ai cittadini, accessibile da telefono cellulare e da  web. Una volta su Mobnotes, infatti MiaPA permette di trovare l’ufficio pubblico più vicino al quale si ha la necessità di recarsi, conoscere i giudizi espressi dagli altri utenti, esprimere una valutazione e lasciare un commento sul servizio ricevuto.

Normal 0 14MicrosoftInternetExplorer4/* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:”Tabella normale”; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:””; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:”Times New Roman”;}

Ma, come Gianni Dominici, direttore FORUM PA, aveva spiegato ad ottobre, quando il progetto era stato presentato, MiaPA è molto di più. E aveva argomentato “attraverso MiaPA siamo riusciti ad introdurre, per la prima volta in Italia, il concetto di open data in una pubblica amministrazione centrale. Tutti i dati relativi agli uffici pubblici sul territorio raccolti da Formez PA saranno, infatti, rilasciati sotto apposita licenza “creative commons” per essere riutilizzati da chiunque per offrire nuovi servizi.”
Ad oggi MiaPA conta 50.000 indirizzi pubblici inseriti in formato aperto e geo-localizzati, che vanno a costituire una vera e propria mappa dei servizi pubblici arricchita dai commenti degli utenti. La banca dati continuerà a essere incrementata nei prossimi mesi, sino a raggiungere l’obiettivo dei 100.000 Point of Interest (POI).

Propria la sua netta caratterizzazione in chiave open ha fatto guadagnare a MiaPA il Premio speciale Open Data, fornendo un’esperienza concreta (sebbene non l’unica possibile) in risposta alle domande che la giuria si è posta: Come applicare i principi dell’open data alla PA? Quali licenze sono necessarie per rendere disponibili i dati pubblici? Quali sono le soluzioni migliori per fare concretamente open data nella PA?

 

I prossimi appuntamenti di approfondimento e confronto su MiaPA e sui suoi sviluppi sono in calendario a FORUM PA 2011.

<!–![endif]__comment__end__           </![endif]__comment__end__