Posta Elettronica Certificata al Ministero della Giustizia

Home PA Digitale Gestione Documentale Posta Elettronica Certificata al Ministero della Giustizia

Parte dal primo maggio prossimo il nuovo sistema di posta elettronica certificata per le comunicazioni fra il Ministero della Giustizia, il Consiglio Superiore della Magistratura e gli uffici giudiziari. Un passo importante per la semplificazione e la velocizzazione della trasmissione degli atti, che si inserisce nel quadro più ampio di un’organizzazione del sistema Giustizia teso ad una maggiore efficienza.

30 Aprile 2008

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Parte dal primo maggio prossimo il nuovo sistema di posta elettronica certificata per le comunicazioni fra il Ministero della Giustizia, il Consiglio Superiore della Magistratura e gli uffici giudiziari. Un passo importante per la semplificazione e la velocizzazione della trasmissione degli atti, che si inserisce nel quadro più ampio di un’organizzazione del sistema Giustizia teso ad una maggiore efficienza.

L’iniziativa nasce da un accordo fra il Dicastero di Via Arenula ed il CSM nel rispetto delle indicazioni contenute nell’ultima legge finanziaria che prevede un forte ampliamento dell’utilizzo della posta elettronica certificata che dovrebbe coprire almeno il 50% delle comunicazioni di documenti fra le pubbliche amministrazioni.

Si tratta di un passo decisivo che – messo a punto un protocollo informatico in grado di indirizzare in automatico tutti i documenti – consentirà in prospettiva di generalizzare ancora di più quest’uso consentendo a tutte le pubbliche amministrazioni di dialogare fra di loro con celerità e con fortissimi risparmi per l’erario.

FONTE: Ministero della Giustizia