SECURE EDGE a FORUM PA 2012

Home PA Digitale SECURE EDGE a FORUM PA 2012

Partecipare a FORUM PA 2012 all’interno di Open Innovation Lab significa per Secure Edge evidenziare il proprio impegno nel promuovere l’Innovazione in un momento storico in cui la politica italiana è particolarmente favorevole alle iniziative volte a migliorare l’efficienza nel rapporto tra istituzioni, imprese e cittadini. Da parte sua, Secure Edge è la società che ha introdotto in Italia e nel mondo il concetto di Firma Digitale, indispensabile per l’applicazione del CAD, in questo caso su Carta (Paper e-Sign®, 2001), quale anello di congiunzione tra mondo digitale e mondo cartaceo, oggi Timbro Digitale.
Padiglione 8 stand Stand 26A – Open Innovation Lab

7 Maggio 2012

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Partecipare a FORUM PA 2012 all’interno di Open Innovation Lab significa per Secure Edge evidenziare il proprio impegno nel promuovere l’Innovazione in un momento storico in cui la politica italiana è particolarmente favorevole alle iniziative volte a migliorare l’efficienza nel rapporto tra istituzioni, imprese e cittadini. Da parte sua, Secure Edge è la società che ha introdotto in Italia e nel mondo il concetto di Firma Digitale, indispensabile per l’applicazione del CAD, in questo caso su Carta (Paper e-Sign®, 2001), quale anello di congiunzione tra mondo digitale e mondo cartaceo, oggi Timbro Digitale.
Padiglione 8 stand Stand 26A – Open Innovation Lab

La scheda di presentazione a cura di Secure Edge.

In Italia il Codice dell’Amministrazione Digitale (D.Lgs.85/2005) prevede la firma digitale come soluzione tecnica per garantire ai documenti elettronici autenticità integrità e non ripudio.
A seguito di un processo di stampa tradizionale gli attributi d’integrità certezza del mittente, non ripudio e di data certa di creazione e/o di firma sono definitivamente persi: il documento stampato necessita nuovamente di una firma tradizionale, perdendo così i vantaggi di essere nato in formato elettronico e di essere stato firmato digitalmente. Questo fa sì che, quando un documento elettronico viene stampato, si ha una cosiddetta interruzione della catena del valore della firma digitale.

La Secure Edge è la società che ha introdotto in Italia e nel mondo il concetto di Firma Digitale su Carta (Paper e-Sign®, 2001) quale anello di congiunzione tra mondo digitale e mondo cartaceo, oggi Timbro Digitale.

Il Timbro Digitale è l’unica soluzione tecnologica che permette di prorogare la validità giuridica di un documento informatico firmato digitalmente qualora venisse stampato su supporto cartaceo.

L’idea di base è semplice: inserire i dati del documento e la relativa firma digitale all’interno di un codice bidimensionale, in modo che si possa generare un documento cartaceo non falsificabile e verificabile anche off-line. La soluzione del Timbro Digitale 2D-Plus® di Secure Edge consente di mantenere inalterato il valore legale di un documento informatico firmato digitalmente con una firma di una Certification Authority accreditata in quanto lo stesso documento in tutto il suo contenuto (firma digitale compresa), viene "trasformato" in un solo ed unico codice bidimensionale ad alta densità e stampato sulla carta, che diviene pertanto supporto di trasporto dell’intero documento firmato digitalmente.

Il Timbro Digitale 2D-Plus® è la soluzione maggiormente diffusa sul territorio nazionale, in grado di abilitare i processi di dematerializzazione e semplificazione per il rilascio on-line di documenti firmati digitalmente mantenendone la validità, anche se materializzati su carta.

Grazie alle sue caratteristiche uniche sul mercato, la tecnologia “Codice Bidimensionale ad alta densità 2D-Plus®”, Timbro Digitale, coperta da brevetto Nazionale, Europeo ed USA, è stata recentemente selezionata dal programma Italia degli Innovatori, iniziativa promossa dall’Agenzia per l’Innovazione per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione, della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Rilevante è il numero degli Enti Comunali, Provinciali Regionali e delle Università che hanno adottato la piattaforma tecnologica Timbro Digitale 2D-Plus® per garantire il recupero di efficienza e produttività delle proprie organizzazioni.

Vale la pena ricordare alcuni di questi Enti: Regione Emilia Romagna e Regione Sardegna, Comune di Roma, Milano, Genova, Ravenna, Asti, Sesto San Giovanni, Bologna, Sassari, Cagliari e ancora Tempio Pausania, Acerra primo comune in Campania, San Giovanni Lupatoto primo comune in Veneto, Provincia di Bologna quale CST per oltre 30 comuni collegati, provincia di Como prossima ad andare in esercizio per servire 35 comuni del proprio territorio.

La tecnologia 2D-Plus° può essere anche applicata al mondo sanitario per i referti dei laboratori di analisi rilasciabili On Line, per la dematerializzazione delle prescrizioni On Line, insomma in tutti quei processi dove gli Enti centrali possono rilasciare documentazione On Line senza costringere il richiedente a recarsi presso i propri uffici con un risparmio economico facilmente quantificabile.

Alcuni dati su tutti provenienti rispettivamente dal Comune di Milano e dalla Università La Sapienza di Roma;  ad oggi  la percentuale dei certificati Anagrafici e di Stato Civile emessi On Line dal Comune di Milano è pari al 31% del totale  mentre per l’università La Sapienza da quando la Segreteria Studenti ha adottato la soluzione di rilascio delle certificazioni On Line ha inviato ad oggi circa 290.000 documenti.

Un gran risparmio economico per gli Enti e per i fruitori del servizio: Cittadini, Professionisti Imprese

L’innovazione tecnologia Italiana al servizio della collettività “Timbro Digitale 2D-Plus”.

Date le sue caratteristiche, il Timbro digitale è, è stato e potrà essere lo strumento adeguato per la riduzione degli oneri burocratici a carico di cittadini ed imprese e il volano del processo di semplificazione delle amministrazioni pubbliche.

La scelta della partecipazione al FORUM PA 2012 nella sezione Open Innovation Lab ha proprio lo scopo di evidenziare l’impegno di Secure Edge nel promuovere l’Innovazione in un momento storico in cui la Politica  Italiana è particolarmente favorevole alle iniziative volte a migliorare l’efficienza nel rapporto tra, istituzioni, imprese e cittadini.