Tiziano Cosso: "Prepararsi per le emergenze in tempo di pace funziona, ma servono competenze e coordinamento" - FPA

Tiziano Cosso: “Prepararsi per le emergenze in tempo di pace funziona, ma servono competenze e coordinamento”

Home PA Digitale Tiziano Cosso: “Prepararsi per le emergenze in tempo di pace funziona, ma servono competenze e coordinamento”

L’intervista di Gianni Dominici a Tiziano Cosso, CEO di Gter Srl, realtà spin-off dell’Università di Genova che si occupa di dati geografici, sul tema della risposta del nostro paese alla crisi dettata dalla pandemia. La situazione di emergenza derivata dalla crisi sanitaria ha posto l’attenzione sulla capacità delle istituzioni pubbliche e private di mantenere la continuità operativa e conseguentemente sottolineando il fatto che predisporre sistemi di gestione pronti alle emergenze funziona ma necessita di una forte collaborazione tra tutte le parti in causa.

2 Febbraio 2021

F

Redazione FPA

La pandemia cominciata circa un anno fa ha colto di sorpresa tutti, colpendo però maggiormente quelle realtà che non avevano investito abbastanza in modelli organizzativi flessibili e capaci di adattarsi ad eventuali situazioni di emergenza. Specialmente quando si parla di PA, abbiamo visto nei mesi scorsi quanto sia importante la preparazione per rispondere alle crisi, anche grazie ad innovazioni spinte dalla tecnologia.

In questa puntata di #RestartItalia Gianni Dominici intervista Tiziano Cosso, Amministratore Delegato di Gter, piccola realtà nata 10 anni fa come spin-off dell’Università di Genova e che si occupa, oltre che di raccogliere e studiare dati geografici, anche di elaborare sistemi informativi sia per la PA che per i privati.

Proprio per questo motivo nel corso di “FORUM PA 2020 Restart Italia” Gter è stata premiata per il lavoro svolto in collaborazione con il Comune di Genova, ovvero la realizzazione di un nuovo sistema informativo per l’amministrazione delle emergenze, tramite una piattaforma per la gestione centralizzata delle operazioni degli uffici comunali della Protezione Civile. “Si tratta di un sistema abbastanza generico – spiega Cosso – che mette in relazione tutti coloro che sono coinvolti nella gestione di emergenze di qualsiasi genere, anche i soggetti volontari”, mettendo al centro l’azione di coordinamento quale chiave di risposta alle crisi.

Tutto questo diventa possibile grazie a un’attenta raccolta dei dati e a una mappatura degli attori coinvolti nella gestione di una crisi. “Abbiamo capito finalmente l’importanza dei dati” continua Cosso, sottolineando però che l’innovazione da apportare è procedurale e non tecnologica. Serve lavorare sulla formazione per permettere un utilizzo efficiente dei mezzi tecnologici.

“Una delle prime cose da fare – conclude Cosso – è quella di rendere più flessibili le strutture organizzative sia della PA che dei privati”, e così iniziare a prepararsi alle future emergenze puntando sia sul ricambio generazionale che sull’azione di coordinamento che permette di stabilire processi efficienti più velocemente.

“Il nuovo sistema informativo per la gestione emergenze del Comune di Genova” | Gter Srl è tra i progetti selezionati e premiati nell’ambito dell’iniziativa di FPA e ASviS “PA Sostenibile e Resiliente – I migliori progetti che guardano al futuro per trasformare le crisi in opportunità”. I progetti sono stati presentati nell’appuntamento di chiusura di “FORUM PA 2020 Restart Italia” (6 novembre 2021)