Tra sette giorni a FORUM PA: gli appuntamenti di venerdì 6 novembre

Home PA Digitale Tra sette giorni a FORUM PA: gli appuntamenti di venerdì 6 novembre

Nella giornata conclusiva di “FORUM PA 2020 Restart Italia” abbiamo in programma due importanti Scenari: un focus sulla trasformazione digitale per la ripartenza del Paese e uno sull’attuazione delle politiche di coesione. In calendario, inoltre, la premiazione dei migliori progetti candidati al Premio PA Sostenibile e Resiliente, promosso da FPA in collaborazione con ASviS

30 Ottobre 2020

F

Redazione FPA

Photo by Ian Schneider on Unsplash - https://unsplash.com/photos/TamMbr4okv4

Come costruire le fondamenta di una nuova politica d’innovazione che sia in grado, non solo di garantire il necessario cambio di passo nella digitalizzazione della PA e del tessuto produttivo italiano, ma anche di offrire un contributo sostanziale alla promozione di uno sviluppo sostenibile, etico ed inclusivo? Proveremo a rispondere nello Scenario di “FORUM PA 2020 Restart Italia” in programma venerdì 6 novembre, giornata conclusiva della nostra Manifestazione tutta digitale. L’appuntamento che si chiama “La trasformazione digitale come architrave della strategia per la ripresa” sarà moderato da Gianni Dominici, Direttore generale di FPA, e vedrà la partecipazione di: Barry Lowry, CIO Irish Government; Andrea Rangone, Presidente – Digital360; Francesco Ferri, Presidente – Assinter Italia; Marco Bellezza, Amministratore Delegato – Infratel; Sebastiano Callari, Assessore al patrimonio, demanio, sistemi informativi e semplificazione – Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia; Davide Brandini, Head of Public Sector – Vodafone Business; Mauro Minenna, Direttore Generale – Aci Informatica; Augusto Davico, Regional Vice President – Salesforce; Tommaso Profeta, Chief Security Officer Leonardo; Giuseppe Virgone, Amministratore Unico PagoPA.

Sempre nella giornata conclusiva, un altro importante Scenario sarà dedicato al tema “Dalla programmazione all’attuazione sui territori: il ruolo di enti locali, regioni, imprese“. Anche qui partiamo da una domanda: come far funzionare la coesione sui territori? Serve una più accentuata centralizzazione delle politiche di coesione? La scelta potrebbe essere invece quella di rafforzare il monitoraggio e l’accompagnamento all’attuazione degli Enti locali, delle regioni e delle imprese che sui territori definiscono meglio di ogni autorità centrale la direzione verso un modello di coesione economica e sociale maggiormente rispondente ai bisogni delle comunità in cui operano. Cosa occorre per realizzare questo obiettivo?

Ne parleremo con: Massimo Sabatini, Direttore Generale presso l’Agenzia per la Coesione territoriale; Valeria Fascione, Assessore Ricerca e Internazionalizzazione presso Regione Campania; Luigi Ranieri, Capo Staff del Sindaco presso il Comune di Bari; Catia Bastioli, Amministratore Delegato Novamont;  Ignazio Ganga, Segreteria nazionale CISL;  Maria Rosaria Brunetti, HR Manager – Associazione Merita; Andrea Vecchia, Coordinatore NUVEC Settore monitoraggio investimenti politiche di coesione e Conti pubblici territoriali; conclusioni di Teresa Bellanova, Ministro delle Politiche Agricole, alimentari e forestali. L’evento è coordinato da Maria Ludovica Agrò, Curatrice Scientifica FORUM PA Sud.

Per chiudere poi i 5 giorni di “FORUM PA Restart Italia” abbiamo scelto di presentarvi esperienze concrete di amministrazioni, start up e associazioni che stanno lavorando per una crescita sostenibile e solidale del Paese, unita a una resilienza che in questo periodo di emergenza si è rivelata sempre più strategica. Vi presenteremo infatti le soluzioni ritenute più meritevoli, originali e innovative tra quelle che si sono candidate all’iniziativa “PA sostenibile e resiliente – I migliori progetti che guardano al futuro per trasformare le crisi in opportunità”, promossa da FPA in collaborazione con ASviS. L’appuntamento è a partire dalle ore 16 con il Talk “PA Sostenibile e Resiliente: i migliori progetti che guardano al futuro trasformando la crisi in opportunità“.