Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

V@luta: qualità, trasparenza e standard nel welfare in Provincia di Trento

Home Temi Verticali Lavoro e Occupazione V@luta: qualità, trasparenza e standard nel welfare in Provincia di Trento

Che si tratti di qualità dell’ambiente, partecipazione e, soprattutto, welfare classicamente inteso, il Trentino Alto Adige conquista anno dopo anno un primato indiscusso. I fattori che determinano le ottime performance della regione sono molti, ma di certo un peso di rilievo può essere attribuito al costante monitoraggio ed all’attenta valutazione degli interventi (policy e progetti) in materia di welfare.

24 Novembre 2009

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Che si tratti di qualità dell’ambiente, partecipazione e, soprattutto, welfare classicamente inteso, il Trentino Alto Adige conquista anno dopo anno un primato indiscusso. I fattori che determinano le ottime performance della regione sono molti, ma di certo un peso di rilievo può essere attribuito al costante monitoraggio ed all’attenta valutazione degli interventi (policy e progetti) in materia di welfare.

Quando ci si trova in una crisi, e il welfare state ne sta attraversando una consistente, soprattutto da un punto di vista della sostenibilità, l’unica cosa da fare è riorganizzarsi, concentrandosi sugli obiettivi, sulle azioni da intraprendere e sull’efficacia di queste azioni. Insomma occorre ascoltare le esigenze, realizzare una programmazione capace di dare risposte concrete ed essere in grado di misurare i risultati di queste azioni sui vari attori coinvolti nel processo.

La Provincia Autonoma di Trento sembra essere riuscita a fare tutto questo, sviluppando un approccio innovativo al tema spinoso della efficacia degli interventi di welfare ed adottando un modello multidimensionale di valutazione che mette insieme punti di vista diversi: il sistema V@luta applicato (dopo una prima sperimentazione ristretta) all’insieme delle politiche sociali.

Ogni progetto o servizio viene scomposto ed analizzato, secondo metodologie codificate, a livelli diversi da panel o focus group differentemente coinvolti nell’intervento di welfare (dai tecnici agli utenti del servizio).

In questo modo il processo di valutazione, interpretato da v@luta ha una duplice funzione: assegna valore ad una azione, e porta alla condivisione del risultato ottenuto.

 

Su questo argomento

La PA sui social, dalla quantità alla qualità: il progetto di formazione FPA-PA Social