Next Generation Fishery. Le novità per pesca e acquacoltura nell’Europa del New Normal

Home Programmazione Europea Next Generation Fishery. Le novità per pesca e acquacoltura nell’Europa del New Normal

La seconda parte del 2020 rappresenta un momento particolare con caratteristiche assolutamente inedite: è l’epoca della (tentata) ripartenza a livello globale, in cui tutti gli attori sociali sono chiamati a pensare e attuare il “New Normal”, la nuova normalità (tanto discussa ma nei fatti ancora sfuggente e in divenire). Amministrazioni, operatori economici e cittadini: tutti non solo possono, ma devono cooperare per un nuovo patto sociale in nome di un mondo cambiato e di una quotidianità mutata

12 Ottobre 2020

B

Marina Bassi

Project Officer Area Ricerca, Advisory e Formazione FPA

Ascolta l'articolo

Mai come oggi valori quali la sostenibilità economica e sociale, l’innovazione, intesa sia in chiave tecnologica sia come spinta al cambiamento, anche generazionale, sono rilevanti e base comune per ripensare pratiche, abitudini e stili di vita.
A questo si aggiunge l’impatto potente della crisi COVID-19, che rende oggi prioritario inquadrare la fine di un ciclo di programmazione in termini di superamento della logica di emergenza, anche comunicativa, focalizzata sul qui e ora, aprendo alle priorità future, alle strategie e ai valori europei più rilevanti.

Nell’ambito più circoscritto della pesca e dell’acquacoltura anche il Mipaaf, attraverso il PO FEAMP, si trova ad agire come player in uno scenario trasformato, in cui un fattore ulteriore agisce come driver di cambiamento: la fine della programmazione 14/20 e l’avvio, a gennaio, del ciclo 21/27. Questo è tanto vero se si considerano le parole di Virginijus Sinkevičius dello scorso marzo 2020:

“La popolazione del nostro pianeta raggiungerà presto i 9 miliardi di persone. Stiamo affrontando una crisi climatica senza precedenti e ripristinare la salute dei nostri mari e oceani è la chiave per la nostra sopravvivenza. L’UE si è impegnata attraverso il Green Deal europeo a rendere l’Europa il primo continente climaticamente neutro entro il 2050. La pesca e l’acquacoltura fanno parte di tale accordo e sono indispensabili per creare un sistema alimentare sostenibile per il futuro a vantaggio degli oceani, dei consumatori e dei pescatori”

In questo articolato contesto è pensata la nuova campagna di comunicazione istituzionale e tematica del PO FEAMP “Sea You Next”, che per ragioni di complessità dello scenario è organizzata in tre pilastri:

  • sostenibilità, perché nonostante i miglioramenti, alcune sfide restano aperte su questo tema, come rileva anche la comunicazione della Commissione “Verso una pesca più sostenibile nell’UE: situazione attuale e orientamenti per il 2021”;
  • innovazione, valorizzando il ruolo che la recente crisi ha avuto in termini di accelerazione di pratiche innovative e orientate alla resilienza anche nei settori della pesca e dell’acquacoltura;
  • nuova generazione della pesca e dell’acquacoltura, per l’inclusione nel settore di giovani pescatori e acquacoltori, la promozione di nuove competenze e la valorizzazione del lavoro femminile.

La campagna, attiva fino al 27 novembre 2020, avrà l’obiettivo di valorizzare le buone pratiche innescate nella programmazione in fase di chiusura nei prossimi mesi, nonché di gettare le basi per riflessioni innovative sulla pesca e l’acquacoltura del futuro.

Per seguire tutti gli aggiornamenti vi sita il sito PO FEAMP 2014-2020

Su questo argomento

Recovery Fund: europrogettazione e project management competenze indispensabili per cogliere questa occasione