POLA: uno strumento per la trasformazione digitale e organizzativa della PA - FPA

POLA: uno strumento per la trasformazione digitale e organizzativa della PA

Home Riforma PA Smart Working POLA: uno strumento per la trasformazione digitale e organizzativa della PA

FPA ha organizzato, per la Direzione generale della Regione Emilia-Romagna, il convegno online “Trasformazione digitale e organizzativa: progettare il cambiamento della PA con il POLA”. A partire da scenari ed esperienze di lavoro agile è stata avviata una riflessione sulle dimensioni su cui agire per favorire il rinnovamento della PA. Potete rivedere il video dell’evento

8 Aprile 2021

F

Redazione FPA

FPA e Regione Emilia-Romagna hanno avviato un importante percorso di valorizzazione e rafforzamento delle esperienze di innovazione dell’organizzazione pubblica. In questo percorso rientra il convegno online “Trasformazione digitale e organizzativa: progettare il cambiamento della PA con il POLA”, che FPA ha organizzato il 29 marzo scorso per la Direzione generale della Regione Emilia-Romagna.

Al centro di questo appuntamento, a partire da scenari ed esperienze di lavoro agile è stata avviata una riflessione sulle dimensioni su cui agire per favorire il rinnovamento della PA. L’introduzione del Piano organizzativo del lavoro agile ha, infatti, messo al centro temi importanti come il reclutamento del personale, la valorizzazione delle competenze, la leadership e la valutazione delle performance, il ripensamento della funzione dell’HR nel settore pubblico e, infine, le tecnologie abilitanti del digital workplace.  Progettare il cambiamento significa riflettere su queste dimensioni e individuare misure e azioni su cui lavorare, che possano fare da traino per una trasformazione a 360 gradi. Lo smart working, insomma, è solo la punta di un iceberg e, attraverso il POLA, può diventare a sua volta una leva per la trasformazione digitale.

Ha moderato il dibattito Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA. Per la Regione Emilia-Romagna hanno partecipato: Paolo Calvano, Assessore al bilancio, personale, patrimonio, riordino istituzionale e Paola Salomoni, Assessora alla scuola, università, ricerca, agenda digitale e Francesco Raphael Frieri, Direttore Generale, Risorse, Europa, Innovazione, Istituzioni – Regione Emilia-Romagna.

Sono intervenuti: Michele Bertola, Presidente Associazione Nazionale dei Direttori Generali degli Enti Locali e Direttore Generale Comune di Bergamo; Mariano Corso, Responsabile scientifico, Osservatorio Smart Working Polimi e Componente della Commissione tecnica dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile; Michele Melchionda, Responsabile per la Transizione al Digitale – Presidenza del Consiglio dei Ministri; Antonio Naddeo, Presidente dell’Agenzia per la rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni; Serena Sorrentino, Segretaria Generale FP – CGIL; Alessandro Bacci, Direttore della Direzione Affari Istituzionali, Personale e Sistemi Informativi – Regione Lazio; Luca Flecchia, Project Manager, P4I – Partners4Innovation – Digital360.

Su questo argomento

Smart working: cos'è, come funziona, la normativa e i vantaggi per le PA