Lavoro agile: il 33,3% delle amministrazioni statali ha pubblicato i POLA

Smart working: il 33,3% delle amministrazioni statali ha pubblicato i POLA

Home Riforma PA Smart Working Smart working: il 33,3% delle amministrazioni statali ha pubblicato i POLA

Sono 54 su 162, pari al 33,3%, le amministrazioni statali che alla scadenza del 31 gennaio 2021 hanno pubblicato i POLA, Piani organizzativi del lavoro agile

26 Febbraio 2021

F

Redazione FPA

Photo by Copernico on Unsplash - https://unsplash.com/photos/PXilGoBofu8

Sono 54 su 162, pari al 33,3%, le amministrazioni statali monitorate attraverso il Portale della performance del Dipartimento della Funzione pubblica che, alla scadenza del 31 gennaio 2021 fissata dal “Decreto Rilancio”, hanno pubblicato i POLA, Piani organizzativi del lavoro agile. In pratica, solo un terzo delle amministrazioni coinvolte.

Questi, in dettaglio, i dati emersi dal monitoraggio:

ENTINUMEROPOLA
AVVOCATURA DELLO STATO10
MINISTERI145
ENTI PREVIDENZA E ASSISTENZA20
ENTI RICERCA NON VIGILATI MUR63
PARCHI NAZIONALI256
ENTI DI REGOLAZIONE DELL’ATTIVITA’ ECONOMICA106
ENTI PRODUTTORI DI SERVIZI ECONOMICI42
ENTI A STRUTTURA ASSOCIATIVA51
ENTI PRODUTTORI DI SERVIZI ASSISTENZIALI, RICREATIVI E CULTURALI83
UNIVERSITÀ E ISTITUTI DI ISTRUZIONE UNIVERSITARIA PUBBLICI6726
ENTI DI RICERCA VIGILATI MUR141
ORGANI DI RILEVANZA COSTITUZIONALE30
AUTORITÀ AMMINISTRATIVE INDIPENDENTI31
TOTALI16254
Dati diffusi dal Dipartimento della Funzione pubblica

Ora il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, ha dato mandato al coordinatore Antonio Naddeo di insediare e avviare mercoledì 3 marzo, alle ore 11 la Commissione tecnica dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile, istituita presso la Presidenza del Consiglio.

Ricordiamo che le amministrazioni pubbliche diverse dagli enti locali, entro il 31 gennaio di ciascun anno (a partire dal 2021), hanno l’obbligo, sentite le organizzazioni sindacali, di redigere il Piano organizzativo del lavoro agile (POLA), quale sezione del Piano della performance, ai sensi dell’art. 263 del decreto legge n. 34/2020 “Decreto Rilancio”, convertito con modificazioni dalla legge n. 77/2020.  Per gli enti locali, invece, la tempistica di approvazione dei Pola è quella stabilita dall’art. 169 del TUEL (secondo cui il “Piano delle performance” – di cui il Pola è una sezione – confluisce nel Peg, che deve essere approvato entro i 20 giorni successivi alla approvazione del bilancio di previsione). 

Il POLA individua le modalità attuative del lavoro agile prevedendo, per le attività che possono essere svolte da remoto, che almeno il 60% dei dipendenti possa avvalersene, garantendo che gli stessi non subiscano penalizzazioni ai fini del riconoscimento di professionalità e della progressione di carriera.

Su questo argomento

POLA: ecco il Centro di Competenza di FPA e i primi incontri formativi