L’accento sul futuro: il 25 e 26 ottobre a “FORUM Sanità 2023”

Home Sanità L’accento sul futuro: il 25 e 26 ottobre a “FORUM Sanità 2023”

FORUM Sanità torna ad ottobre con un’edizione tutta in presenza, organizzata dal Gruppo DIGITAL360: due giorni di confronto tra professionisti del settore per un’ampia panoramica su obiettivi, sfide e opportunità che attraversano il processo di innovazione organizzativa e digitale in sanità. Territorio digitale e Connected Health, Health Data e FSE, Ospedali del futuro, persone, ruoli e competenze per la Sanità digitale: questi i temi che guideranno l’edizione 2023. L’accredito è aperto, scopri le novità e i primi appuntamenti in agenda

21 Luglio 2023

S

Michela Stentella

Direttrice testata www.forumpa.it

S

Simona Solvi

Manager practice “Healthcare Innovation” P4I

Foto di Alex Guillaume su Unsplash - https://unsplash.com/it/foto/3Snp9FlPld0

FORUM Sanità torna in presenza, il 25 e 26 ottobre prossimi, presso THE HUB LVenture GROUP a Roma Termini, in un’edizione speciale organizzata dal Gruppo DIGITAL360: due giorni di confronto tra professionisti del settore per un’ampia panoramica su obiettivi, sfide e opportunità che attraversano il processo di cambiamento organizzativo e tecnologico nel sistema sanitario.

Sono circa 50 i relatori che hanno già confermato la loro partecipazione, tra cui i rappresentanti delle strutture regionali competenti, delle strutture ospedaliere e delle Aziende Sanitarie locali. A chiusura di questo articolo riportiamo l’elenco completo dei partecipanti e, naturalmente, vi terremo aggiornati non appena avremo altre conferme.

Un momento centrale della Manifestazione lo riserveremo alla cerimonia di premiazione dell’8ª edizione del Premio FORUM Sanità per mettere in luce le buone pratiche e i progetti di innovazione organizzativa o tecnologica sviluppati nelle strutture pubbliche o private del Servizio Sanitario Nazionale. A breve forniremo tutti i dettagli relativi alle categorie del premio, le quali rifletteranno i principali temi congressuali.

L’accento sul futuro: il tema guida di FORUM Sanità 2023

L’accento è sul futuro della sanità e in particolare sull’impatto dell’innovazione organizzativa e digitale in sanità. È il momento di guardare alle ricadute sul sistema sanitario degli investimenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) in infrastrutture tecnologiche.

Territorio digitale e Connected Health, Health Data e FSE, Ospedali del futuro: architetture, servizi e soluzioni digitali; persone, ruoli e competenze per la Sanità digitale. Questi i temi che guideranno l’edizione FORUM Sanità 2023.

È nell’ambito del PNRR che sono state poste le basi per lo sviluppo della Sanità territoriale, attraverso reti di prossimità (case e ospedali di comunità), strutture e Telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale; così come sono stati sostenuti specifici progetti per il rafforzamento dell’infrastruttura tecnologica e dei sistemi per la raccolta e valorizzazione dei dati (Fascicolo Sanitario Elettronico – FSE), l’aggiornamento del parco tecnologico e digitale ospedaliero, lo sviluppo di competenze dei professionisti sanitari. Questa disponibilità di strumenti, tecnologia e nuove infrastrutture deve però tradursi in termini di efficienza e qualità della cura e perché questo accada non basta la sola tecnologia, serve migliorare l’efficacia organizzativa, serve un cambiamento dei pattern di comportamento e quindi un cambio culturale che passi attraverso le persone.

Alla luce di queste brevi considerazioni, FORUM Sanità 2023 si pone l’obiettivo di connettere i soggetti impegnati nell’attuazione del PNRR, abilitando la collaborazione fra i diversi livelli di governo del sistema sanitario sulle istanze, lo stato attuale dei bisogni e le azioni che si intende attivare per fornire delle risposte.

FORUM Sanità 2023 sarà un momento di co-progettazione e scambio di buone pratiche, linee guida tra enti centrali – Ministero della Salute, Dipartimento per la trasformazione digitale, Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS) – e regioni con funzioni di programmazione e controllo, aziende sanitarie, con compiti di attuazione e aziende che offrono soluzioni innovative dedicate al mondo sanitario.

I temi e le novità di FORUM Sanità 2023

Si parlerà dei sistemi sottostanti alla Connected Care (letteralmente: sanità connessa) e quindi di telemedicina, di nuovi modelli di prevenzione, cura e monitoraggio. Si parlerà dunque di riorganizzazione della medicina territoriale (DM 77/2022), dei flussi di lavoro e di una maggiore collaborazione tra i professionisti e operatori di settore, con la finalità di dare una spinta alla medicina personalizzata, di favorire l’accessibilità delle cure, modificando la Citizen/Patient Experience, ovvero l’esperienza del paziente con la struttura sanitaria. Rappresenta un ulteriore tassello verso questo nuovo approccio alla medicina di prossimità il recente affidamento in concessione della “Progettazione, realizzazione e gestione dei Servizi abilitanti della Piattaforma nazionale di Telemedicina PNRR”, M6C1 subinvestimento 1.2.3 “Telemedicina” (lo scorso 8 marzo è stato firmato il contratto tra AGENAS e il Raggruppamento Temporaneo di Impresa, costituito da Engineering Ingegneria Informatica e Almaviva, per un valore di 250 milioni di euro).

Si esplorerà l’evoluzione degli “ospedali” digitali e della filiera dei servizi lungo tutta la Supply Chain, offrendo nuove prospettive per la diagnosi precoce, la previsione delle patologie e la personalizzazione dei trattamenti. Questo approccio di filiera, combinato alla digitalizzazione delle strutture e all’interoperabilità delle informazioni, permette infatti una migliore organizzazione ospedaliera e un utilizzo ottimizzato delle risorse.

Esploreremo la strategia data-driven health e parleremo del Fascicolo Sanitario Elettronico, che è un supporto efficace di questo modello basato sui dati messi a valore. L’adozione del FSE 2.0, basato su formati di dati e documenti standard, potrà avere un impatto significativo in termini di mindset culturale e organizzativo sia sui professionisti sia sulle strutture sanitarie di prevenzione e cura, oltre che sui cittadini-pazienti; e i dati contenuti nei documenti clinici potranno essere inviati, purché rispettino le regole sintattiche e semantiche di composizione, a un Data Repository Centrale, il cosiddetto Ecosistema dei Dati Sanitari (EDS), e utilizzati da istituti di ricerca per finalità di profilassi, prevenzione, stratificazione della popolazione in relazione ai bisogni di salute.

L’esigenza è quella di garantire un sistema sanitario più sostenibile, più vicino al territorio, indipendente da ogni soluzione e fornitore; un sistema sanitario digitale centrato anche sulle persone, che valorizzi i ruoli degli operatori sanitari e punti nella formazione delle loro competenze digitali, con la finalità di migliorare l’efficienza e la qualità delle cure.

Nel programma di FORUM Sanità troveremo tre format congressuali:

  • gli Scenari dedicati alle visioni strategiche di medio e lungo periodo che interessano la salute globale, e coinvolgono vertici apicali pubblici e privati. Quattro gli Scenari in programma durante i quali condivideremo riflessioni sulla Connected Care, sugli “Ospedali” del futuro, sulla valorizzazione dei dati sanitari e sulle competenze al centro dell’innovazione tecnologica nella sanità;
  • i Tavoli di lavoro, momenti di dialogo e confronto a porte chiuse tra aziende e vertici delle organizzazioni sanitarie per condividere esperienze e criticità emerse nel portare avanti progetti di innovazione in sanità. Durante i Tavoli di Lavoro approfondiremo i temi della Connected Health, Data-driven Health e Patient Experience, Cloud e infrastrutture resilienti, Cybersecurity;
  • le Academy, seminari pensati per presentare buone pratiche, soluzioni e progetti d’innovazione e riflettere sulle ricadute che tali aspetti hanno sull’organizzazione privata, sull’azienda sanitaria e sul territorio.

Il Premio FORUM Sanità

La cerimonia di premiazione per l’8ª edizione del Premio FORUM Sanità vedrà la partecipazione di importanti istituzioni del settore. Il Premio ha l’obiettivo di valorizzare le iniziative attualmente in corso o concluse che, grazie all’utilizzo di nuove tecnologie digitali, mirano a superare sfide organizzative, potenziare competenze professionali, ottimizzare processi e migliorare i servizi all’interno delle strutture pubbliche o private del SSN.

Il nostro pubblico e i relatori confermati

FORUM Sanità si rivolge ai professionisti della sanità pubblica e privata e coinvolgerà gli Enti Centrali della sanità (Ministero della Salute, AIFA, Agenas, ISS, Ministero dell’economia e Finanze, Assessorati regionali alla salute); le Direzioni competenti delle Regioni; i vertici strategici e clinici delle Aziende Sanitarie, Socio-sanitarie ed ospedaliere; le Società medico scientifiche; gli Ordini e i collegi di professioni sanitarie; le associazioni di pazienti e cittadinanza organizzata; le associazioni imprenditoriali; i media; le Imprese fornitrici del farmaco e dispositivi medici, ICT (HW e SW), Provider TLC; le università e istituti di ricerca; le Società in-house delle regioni e Start up.

Hanno già confermato la loro partecipazione: Valter Alpe, Direttore Generale, Dario Ricci, CIO, e Riccardo Papaleo, Dirigente, dell’Azienda Sanitaria Ospedaliera SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo; Mattia Altini, Direttore Rete Ospedaliera della Regione Emilia Romagna; Massimo Annicchiarico, Direttore Generale Sanità della Regione del Veneto; Massimo Braganti, Direttore Generale di Estar; Simonetta Bettelini, Direttore Generale dell’Azienda Regionale dell’Emergenza e Urgenza della Sardegna; Paolo Bordon, Direttore Generale dell’Azienda USL di Bologna; Monica Calamai, Direttore Generale, e Emanuele Ciotti, Direttore sanitario, dell’Azienda USL di Ferrara; Cristiano Camponi, Direttore Generale dell’INMP – Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della Povertà; Tiziano Carradori, Direttore Generale, e Angelo Croatti, RTD, dell’Azienda USL della Romagna; Giuseppe De Filippis, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia; Fabrizio De Nicola, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione Garibaldi; Ignazio Del Campo, Dirigente analista dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico “G. Rodolico-San Marco” di Catania; Giovanni Delgrossi, Responsabile Unità Organizzativa Sistemi Informativi e Sanità Digitale della Regione Lombardia; Eleonora Di Giulio, Direttore Amministrativo, Sergio Pillon, Digital manager, e Paola Santalucia, Dirigente Medico, dell’Azienda Unità Sanitaria Locale di Frosinone; Rosalia Di Martino, Direttore Risorse Umane e Organizzazione del Gruppo San Donato; Daniela Faraoni, Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo; Giovanni Filippini, Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna; Tiziana Frittelli, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Complesso Ospedaliero San Giovanni Addolorata; Riccardo Giammanco, Dirigente Amministrativo, Massimo Iacono, IT Manager, Fabrizio Russo, Direttore Generale, e Salvatore Torrisi, Direttore Amministrativo, dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa; Salvatore Giuffrida, Direttore Generale, e Anna Maria Longhitano, Dirigente medico, dell’Azienda Ospedaliera per L’Emergenza Cannizzaro; Massimo Giupponi, Direttore Generale dell’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo; Armando Marco Gozzini, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord e dell’Azienda ospedaliero-universitaria delle Marche; Giampaolo Grippa, Direttore Amministrativo dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Lodi; Isabella Mastrobuono, Direttore UOC dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige; Walter Messina, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Villa Sofia Cervello; Davide Minniti, Direttore Generale dell’A.O.U. San Luigi Gonzaga; Francesco Pensalfini, Direttore SC “Tecnologie” dell’Azienda Sanitaria Locale Città di Torino; Antonietta Perrone, Direttore Gestione Operativa, Ingegneria Clinica e HTA, Sistemi Informativi e ICT dell’Azienda Ospedaliera Universitaria ‘Federico II’ di Napoli; Paolo Petralia, Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale Ligure 4 e Vicepresidente FIASO; Giovanni Poggialini, Operations Manager dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Dei Sette Laghi; Ida Maria Ada Ramponi, Direttore Generale dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Crema; Antonino Ruggeri, CdG, SI, Logistica Sanitaria, Acquisti della Regione Piemonte; Sabrina Santi, Responsabile Formazione e Sviluppo dell’Azienda Sanitaria Locale Roma 2; Maria Stasi, Direttore Generale dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Papa Giovanni XXIII; Livio Tranchida, Commissario Straordinario dell’ Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Su questo argomento

Bianca Frigerio (Microsoft Italia): "Data driven Health: un nuovo approccio per cure mirate e sanità di valore"