Rifiuti in cementeria: opportunità per ambiente ed economia. Gli appuntamenti Aitec - FPA

Rifiuti in cementeria: opportunità per ambiente ed economia. Gli appuntamenti Aitec

Home Temi Verticali Energia e Ambiente Rifiuti in cementeria: opportunità per ambiente ed economia. Gli appuntamenti Aitec

Aitec (Associazione italiana dei cementieri di Confindustria) partecipa per la seconda volta a FORUM PA. Ne parliamo con Francesco Curcio, Direttore generale Aitec.

12 Maggio 2010

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA
// <![CDATA[tweetmeme_source = ‘Forum_PA’; tweetmeme_service = ‘bit.ly’;// ]]>

Aitec (Associazione italiana dei cementieri di Confindustria) partecipa per la seconda volta a FORUM PA. Ne parliamo con Francesco Curcio, Direttore generale Aitec.

Ci spiega le ragioni di questa scelta?
La gestione dei rifiuti è un problema che riguarda tutti: i cittadini, il sistema economico e industriale, la politica. Siamo convinti di poter contribuire alla soluzione del problema con i nostri impianti e il nostro processo produttivo. Siamo qui per discuterne con i nostri interlocutori istituzionali, per presentare alle pubbliche amministrazioni i vantaggi per la collettività e per l’ambiente che possono derivare dall’inserimento delle cementerie in un ciclo virtuoso dei rifiuti.

Che tipo di rifiuti si possono utilizzare in cementeria?
Sono tantissimi e provengono dalla raccolta differenziata domestica, dalla spazzatura delle strade delle nostre città, dalla depurazione delle acque fognarie, dalle industrie meccaniche, metallurgiche, siderurgiche, alimentari, dalle raffinerie, dalle centrali termoelettriche dalle costruzioni e perfino dagli inceneritori di rifiuti. Tutti questi rifiuti per essere utilizzati nei forni da cemento devono rispondere ad alcune caratteristiche: ad esempio, quelli di provenienza domestica devono essere completamente asciutti, mentre quelli di provenienza industriale non devono contenere alcuni composti chimici. In altre parole, i rifiuti devono provenire da fonti certe e devono essere di qualità nota e costante (tracciabilità dei rifiuti). Queste precauzioni servono a garantire la qualità del prodotto cemento e il rispetto dell’ambiente. Si tratta sempre di rifiuti giunti a fine vita. Se non utilizzati nelle cementerie, o in altri impianti industriali esistenti, sono destinati alle discariche, all’incenerimento, o addirittura al traffico illegale. Per questo ci piace parlare di Valorizzazione dei rifiuti in cementeria. I visitatori di Forum potranno vederli e “apprezzarli” nel nostro stand, che abbiamo costruito come una esposizione di gioielli.

Avete organizzato dei momenti di incontro?
Abbiamo organizzato un Master formativo per i decisori, i funzionari e i tecnici delle pubbliche amministrazioni.
Il Master è suddiviso in due moduli: aspetti tecnici e tecnologici relativi alle operazioni condotte in cementeria durante il recupero dei rifiuti; esempi di attività industriali esterne alla cementeria che è necessario attivare per preparare i rifiuti e renderli utilizzabili nell’impianto.
Le lezioni saranno tenute da tecnici Aitec e delle aziende associate, presso il nostro stand al Pad. 9 tutte le mattine dalle 11 alle 11.50.
Nel pomeriggio apriremo il nostro spazio al confronto (Officine PA)  con gli attori istituzionali dei processi normativi e di controllo, il mondo dell’associazionismo e i rappresentanti delle istituzioni locali. Si tratta di una iniziativa finalizzata a promuovere il dibattito e a sviluppare una visione condivisa sui temi che ci interessano. Dedicheremo ogni pomeriggio ad un tema.
Tra gli ospiti avremo esponenti di Legambiente, dell’Associazione Pimby, del Ministero dell’Ambiente, dell’Anci, dell’Upi, delle Arpa regionali, dell’Ispra. Il dibattito sarà stimolato e regolato da un moderatore, per i convegni più “politici” avremo un giornalista di Repubblica e uno del Quotidiano Nazionale, quelli più tecnici, invece, saranno moderati da Aitec.

Gli appuntamenti nello stand Aitec a FORUM PA 2010