Smart mobility e smart living: il progetto di Edison Next per la città di Roma

Home Temi Verticali Energia e Ambiente Smart mobility e smart living: il progetto di Edison Next per la città di Roma

Un progetto in cui l’ottimizzazione del traffico si coniuga con il miglioramento della sicurezza dei cittadini e l’offerta di servizi pubblici innovativi. È quello che sta portando avanti Edison Next per la Città di Roma

13 Luglio 2022

Photo by Federico Enni on Unsplash - https://unsplash.com/photos/1oJeJlfLA-E

In Italia sono sempre di più le città e le regioni che stanno sperimentando soluzioni per trasformare la loro mobilità in un’ottica smart. La città di Roma in particolare ha avviato già dal 2020 un piano strategico per la smart city contenente le linee guida per migliorare la qualità di vita e dei servizi offerti in città attraverso un approccio multidisciplinare, basato sull’uso della tecnologia e del digitale. Numerose sono le linee di azione e i benefici che si prefigge di raggiungere: più sicurezza e informazione per i cittadini, sostenibilità e monitoraggio ambientale, valorizzazione del patrimonio della città, strade più sicure e mobilità più sostenibile, monitoraggio del traffico urbano.

In conformità con le linee guida del Piano Roma Smart City, Edison Next (attraverso la società Citelum Italia) in collaborazione con Sony ed Envision, sta realizzando in via sperimentale una serie di servizi di smart mobility per la città capitolina, tra cui pensiline intelligenti, smart parking, attraversamenti pedonali smart, smart bus stop. L’obiettivo è quello di utilizzare gli open data che possono derivare dal monitoraggio urbano per ridurre l’inquinamento prodotto dal traffico cittadino, ottimizzare la pianificazione del trasporto pubblico e ridurre gli incidenti in prossimità degli attraversamenti pedonali.

La tecnologia che è alla base di queste soluzioni è un puntale smart, messo a punto da Envision con tecnologia Sony e denominato Smart TIP, che, installato sull’arredo urbano esistente (pensiline, pali semaforici, fermate bus etc) è in grado di acquisire ed elaborare informazioni relative alla posizione dei parcheggi liberi, alla presenza di persone sulle strisce pedonali, al numero di passeggeri che salgono e scendono da autobus e tram e di quelli in attesa alle pensiline.

Pensiline smart e nuovi servizi innovativi

La città di Roma sta studiando la realizzazione di una infrastruttura hardware e software, in grado di supportare l’erogazione di servizi smart innovativi. La prima sperimentazione è avvenuta in Via Mercadante e prevede l’erogazione di diverse funzionalità. È possibile, ad esempio, contare i passeggeri che salgono e scendono da ogni mezzo, così da rilevare i sovraccarichi e garantire una migliore pianificazione del servizio e un’ottimizzazione dei costi. Ulteriori funzionalità offerte sono: video analisi estesa on-edge (vehicle detection e riconoscimento oggetti), connessione internet, ricarica per cellulari e tablet, puntale smart su palina del trasporto pubblico, marketing di prossimità.

Riduzione del traffico

In particolare, ii traffico causato dagli automobilisti in cerca di parcheggio è considerato dalle città uno dei principali fattori di congestione e fornire puntualmente informazioni sui parcheggi liberi disponibili può aiutare a risolvere questa problematica. I puntali Smart TIP, installati in capo ai pali semaforici, consentono di individuare i parcheggi liberi nelle diverse aree urbane e di comunicarne la posizione GPS ai più diffusi navigatori per auto.

Sicurezza dei pedoni

La distanza media tra veicoli e pedoni può essere un parametro chiave per la misurazione della sicurezza di questi ultimi. Gli speciali sensori presenti nei puntali installati sui pali semaforici sono in grado di identificare situazioni di pericolo per i pedoni, attivando di conseguenza segnali acustici e visivi.

Ottimizzazione del trasporto pubblico locale

In prossimità delle fermate degli autobus, il sistema di sensoristica consente di quantificare il numero di passeggeri alla fermata e lo stato di riempimento dell’autobus, incrociando i dati con le previsioni d’arrivo dei mezzi pubblici: ne consegue una migliore pianificazione del servizio di trasporto pubblico.

Claudio Guerrini, Direttore del contratto con Roma Servizi per la Mobilità, dichiara: “Affiancare la PA nella scelta di soluzioni personalizzabili, nell’intento di migliorare la qualità della vita dei cittadini e degli smart users è la strategia che sottende i servizi smart da noi pensati per una città complessa come Roma. Il valore aggiunto della nostra offerta risiede, infatti, nella capacità di sfruttare l’approccio di prossimità, ovvero nel formulare proposte studiate ad hoc, partendo dai dati tangibili raccolti sul territorio e dalle esigenze espresse dalla cittadinanza, oltre che dall’amministrazione stessa”. 

Contributo a cura di Edison Next

Su questo argomento

La digitalizzazione delle città oltre il concetto di Smart City: la visione di Bas Boorsma al FORUM PA 2022