Data governance, Chiantore (Modena): "Ecco come i dati rendono smart la città" - FPA

Data governance, Chiantore (Modena): “Ecco come i dati rendono smart la città”

Home Città e Territori Data governance, Chiantore (Modena): “Ecco come i dati rendono smart la città”

Luca Chiantore, Dirigente Settore Smart city, servizi demografici e partecipazione e RTD del Comune di Modena, ci racconta i progetti europei su cui è impegnata la Città e ci parla di: servizi digitali, smart city, smart mobility, data governance e sostenibilità

29 Aprile 2021

F

Redazione FPA

La città di Modena è impegnata su diversi progetti europei, che hanno come focus la raccolta, il monitoraggio e la condivisione dei dati provenienti dall’ambiente urbano per una gestione sostenibile e per il miglioramento della qualità della vita. Ce ne parla in questa intervista video Luca Chiantore, Dirigente Settore Smart city, servizi demografici e partecipazione del Comune di Modena.

Ecco i tre progetti:

TRAFAIR. Attraverso 13 sensori dislocati in diversi punti della Città, viene misurato costantemente il livello di alcuni gas presenti nell’aria: monossido di azoto (NO), biossido di azoto (NO2), monossido di carbonio (CO) e ozono (O3). Tutti i cittadini possono visualizzare il livello di inquinamento in tempo reale e le previsioni relative ai due giorni successivi accedendo all’applicazione di qualità dell’aria. L’obiettivo è sensibilizzare l’intera comunità e incentivarla a compiere azioni di contrasto all’aumento dell’inquinamento.

CLASS. Un progetto finanziato dal programma europeo Horizon 2020, attivo dal 2018, coordinato dal Centro Nacional de Supercomputacion di Barcellona (Spagna) in partnership con l’Università di Modena e Reggio Emilia, il Comune di Modena, Maserati, Ibm Israel Science & Technology Ltd (Israele) e Atos (Spagna). Il contributo dell’Unione europea ottenuto dal Comune di Modena sul progetto è pari a 558.375 euro e la tecnologia di Class (Edge and Cloud Computation: A Highly Distributed Software for Big Data Analytics) è stata selezionata da Innovation Radar della Commissione europea come uno degli interventi più innovativi sostenuti dalla Unione Europea. Il progetto è finalizzato a sviluppare un’architettura software in grado di sostenere e integrare strumenti e metodi di big data processing in real-time, da applicare al settore automobilistico e alla gestione della mobilità e del traffico.

MASA . E’ il Modena Automotive Smart area: il laboratorio urbano “a cielo aperto” per la sperimentazione nel campo della mobilità smart e della guida autonoma, realizzato all’interno dell’area interessata dal Progetto Periferie per la rigenerazione dell’area nord. La Smart Model Area è dotata di semafori interconnessi, segnaletica digitale, telecamere per riconoscimento ostacoli, sensoristica ambientale di tipo IOT, elaboratori di tipo edge-node, smart monitoring. Lo sviluppo del progetto Masa rientra nell’asse 4 del Piano digitale 2020 del Comune. Il Piano è costruito su quattro assi strategici principali (infrastrutture e connettività; servizi online e semplificazione; cultura e cittadinanza digitale e appunto l’asse dei progetti speciali) e per ognuno individua obiettivi a breve, medio e lungo periodo e azioni per l’innovazione tecnologia e la digitalizzazione.

Il video fa parte della rubrica “Storie di innovazione – Modena Smart Life 2021”, andata in onda il 23 aprile 2021 all’interno della trasmissione settimanale di FPA “Sulle tracce dell’innovazione”.