Innovare e semplificare: l'innovazione nel Comune di Parma

Ines Seletti: “Non si può innovare senza semplificare”, la mossa vincente del Comune di Parma

Home Città e Territori Ines Seletti: “Non si può innovare senza semplificare”, la mossa vincente del Comune di Parma

La semplificazione e la sinergia con gli altri Comuni del territorio sono i due principi guida per il percorso di innovazione del Comune di Parma. Ne abbiamo parlato con Ines Seletti, Assessora ai Servizi Educativi, Inclusione scolastica disabili ed Informatica

14 Settembre 2021

F

Redazione FPA

Ascolta l'articolo

Per la serie “Dialoghi sull’innovazione urbana” – gli incontri sul futuro delle città e sugli scenari della ripartenza, nel contesto del progetto  ICity Club – Clara Musacchio, Area Gare, Ricerca e Advisory di FPA, ha intervistato Ines Seletti, Assessora a Scuola, Servizi educativi, Servizio informatica e Innovazione tecnologica, Diritto al gioco, Formazione professionale, Integrazione scolastica per minori con disabilità.

Il Comune di Parma ha ottenuto ottimi risultati nell’ultimo ICity Rank, posizionandosi 11° a livello generale e fra le prime dieci città nelle diverse categorie settoriali da cui è composto il ranking. “Innovare semplificando” è il principio che sta guidando il percorso dell’ente e le diverse azioni in cui è impegnato, dall’estensione di Pago PA su tutti i processi a pagamento alla digitalizzazione del codice della strada.

Ines Seletti sottolinea anche un altro elemento alla base dell’attività amministrativa: la sinergia “necessaria” con gli altri comuni della Provincia, perché “non c’è innovazione se non si coinvolgono i nostri comuni; se va avanti solo il comune capoluogo è difficile mantenere uno standard elevato su tutto il territorio e raggiungere l’obiettivo prefissato”. Vanno in questa direzione le iniziative condivise con i comuni limitrofi sulla gestione integrata del transito agevolato nelle ZTL per le persone con disabilità.  

La cornice in cui si iscrivono i processi, i programmi, le iniziative di innovazione è attualmente rappresentata dal PNRR, a tutti gli effetti “una sfida e una opportunità che va colta attraverso un cambio di passo nella progettazione e nell’erogazione di nuovi servizi e un’intensa formazione per i dipendenti”.  

Parma partecipa a ICity Club, l’osservatorio della trasformazione digitale urbana di FPA

Su questo argomento

Maurizio Manzi: “A Cremona abbiamo capito quali erano le esigenze e le abbiamo trasformate in servizi”