Provincia di Padova a FORUM PA 2011

Home Città e Territori Provincia di Padova a FORUM PA 2011

La Provincia di Padova a FORUM PA 2011 ha puntato sulla dematerializzazione, presentando un progetto per la riduzione drastica della documentazione cartacea promosso in collaborazione con la Regione e i comuni padovani aderenti al Cst (Centro Servizi Territoriali). È stato inoltre inserito tra le menzioni speciali del Call “10×10 Dieci Storie di qualità” il progetto “Quality and Web Service” del settore Lavoro della Provincia.
Padiglione 9 stand 10D

25 Maggio 2011

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

La Provincia di Padova a FORUM PA 2011 ha puntato sulla dematerializzazione, presentando un progetto per la riduzione drastica della documentazione cartacea promosso in collaborazione con la Regione e i comuni padovani aderenti al Cst (Centro Servizi Territoriali). È stato inoltre inserito tra le menzioni speciali del Call “10×10 Dieci Storie di qualità” il progetto “Quality and Web Service” del settore Lavoro della Provincia.
Padiglione 9 stand 10D

La Provincia di Padova a FORUM PA 2011 ha presentato il suo programma di dematerializzazione, una delle priorità dell’amministrazione. Dematerializzando servizi e processi, infatti, l’Ente avrà notevoli risparmi e con la messa in rete dei comuni si potranno offrire ai cittadini e alle imprese servizi sempre più evoluti e in tempo reale. Anche risparmiare tempo nelle procedure e nelle pratiche con l’ente pubblico è un modo per aiutare le imprese, i professionisti e i singoli cittadini. E per questo con il ministro Brunetta, con la Regione Veneto e con i Comuni padovani la Provincia di Padova sta facendo un lavoro molto importante anche per semplificare la burocrazia.
Lo scopo del progetto dematerializzazione è anche quello di aiutare le amministrazioni comunali a passare da un ambiente materiale ad un ambiente digitale per rendere più facilmente accessibile ai cittadini la comunicazione con l’ente pubblico. Albo pretorio, comunicazioni dirette, modulistica, pratiche e registrazioni oltre all’uso di posta certificata (Pec) e identità elettronica sono gli ambiti nei quali il servizio specializzato della Provincia di Padova ha già avviato progetti sistematici. Il servizio punta ad ottimizzare le procedure, a favorire l’adesione più ampia da parte dei Comuni e ad attivare canali di informazione/formazione rivolti ai cittadini e alle imprese in merito agli obiettivi e alle modalità con cui accedere all’utilizzo dei servizi digitali. Finora la Provincia di Padova ha già avviato con un gruppo di Comuni lo sviluppo delle prime fasi di digitalizzazione dei servizi evoluti.

In evidenza anche il progetto “Quality and Web Service” del Settore Lavoro della Provincia, uno strumento che permette agli utenti di accedere ai servizi senza doversi recare agli sportelli dei centri, che è stato inserito tra le menzioni speciali del Call “10×10 Dieci Storie di qualità” a FORUM PA 2011. Questo applicativo rappresenta per l’utente un “Centro per l’impiego virtuale” in cui può accedere ad una serie di servizi, come ad esempio “l’agenda on line” che permette di prenotare un appuntamento con gli operatori del Centro.L’obiettivo è stato quello di avvicinare i servizi per l’impiego ai cittadini che cercano lavoro e alle imprese che offrono opportunità occupazionali, in maniera innovativa, attraverso il coinvolgimento di tutti i soggetti privati accreditati e le istituzioni pubbliche che si occupano di lavoro e formazione in una strategia di rete. Il portale è divenuto il punto di riferimento in grado di aggregare tutti i soggetti e i servizi che possono essere direttamente fruiti on line.
La risposta degli utenti è stata immediata visto che nei primi sei mesi si sono registrate 7500 persone e 500 aziende, con oltre 50.000 operazioni svolte on line. Grazie alla praticità dello strumento, le offerte di posti di lavoro sono aumentate del 70% rispetto all’anno precedente. Risaltano in particolare anche le candidature ai posti di lavoro da casa pari a oltre 30mila, i quasi 4mila curricula inviati e oltre 500 posti di lavoro offerti dalle aziende del territorio (il tutto sempre on line). Tramite il servizio web vengono infatti garantiti obiettivi di efficacia (maggior tempo dedicato all’utenza, maggior qualità del servizio offerto, sportelli “sempre aperti” e riduzione code) ed efficienza (eliminazione attività ripetitive, riduzione delle attività “no value” e tempo recuperato per l’utente).

Aggiornati al 2011 anche diversi servizi presentati presso lo stand istituzionale, tra cui:

  • la Carta delle agevolazioni tariffarie per il trasporto pubblico”, per incentivare l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico in quanto mezzi ecologici e convenienti;
  • la Carta Giovani 2011”, una tessere gratuita che riserva agli studenti della provincia di Padova sconti e agevolazioni per acquisti e servizi di qualità, nonché la possibilità di accedere a molte iniziative sociali e culturali proposte dai Comuni di Verona e Ferrara e dalle Province di Venezia e Belluno;
  • la Carta over 70”, un’iniziativa a favore delle persone anziane per incentivare la mobilità di una fascia di età sempre più attiva attraverso i mezzi pubblici;
  • La tua prima casa”, un progetto teso a favorire la riduzione dell’indebitamento delle famiglie padovane che necessitano di un mutuo per poter acquistare, costruire o ristrutturare la loro prima casa;
  • Scopriamo la tradizione”, un simpatico gioco formulato per i bambini con lo scopo di far conoscere le tradizioni popolari venete.

Su questo argomento

Sperimentare in anticipo per risolvere i problemi: l’esempio del Comune di Cesena