Ricerca e innovazione: in Emilia-Romagna una piattaforma open data per scoprire politiche e progetti

Home Open Government Open Data Ricerca e innovazione: in Emilia-Romagna una piattaforma open data per scoprire politiche e progetti

Partire dai dati per conoscere la strategia di innovazione sul territorio: con questo obiettivo ART-ER ha messo online la Piattaforma di Monitoraggio della Strategia di Specializzazione Intelligente 2021-2027 dell’Emilia-Romagna. Uno strumento che, grazie a una grande molte di open data, aiuterà istituzioni, imprese e cittadini a monitorare le politiche attivate e i progetti finanziati e realizzati

10 Novembre 2023

P

Dario Pezzella

Programmazione Strategica e Studi ART-ER

Foto di ThisisEngineering RAEng su Unsplash . https://unsplash.com/it/foto/donna-in-camicia-a-pois-bianca-e-nera-che-tiene-le-cuffie-bianche-TeJZ3CGZXRw

Quali sono le sfide tecnologiche che l’Emilia-Romagna si appresta ad affrontare? Su quali tematiche sono orientate le politiche regionali sulla ricerca e l’innovazione? Per rispondere a queste domande ART-ER, la società consortile dell’Emilia-Romagna che si occupa di ricerca, attrattività del territorio e innovazione ha messo on line una piattaforma di Monitoraggio della Strategia di Specializzazione Intelligente 2021-2027 dell’Emilia-Romagna, che fornisce a istituzioni, imprese e cittadini una mole di open data sulle politiche per la ricerca e l’innovazione e sui progetti finanziati e realizzati.

Una piattaforma open data per la ricerca e l’innovazione

La piattaforma, divisa in sezioni sulla base del livello di utenza, permette la consultazione, attraverso parole chiave e filtri di ricerca, di diversi indicatori come numero di progetti finanziati, milioni di euro investiti, milioni di euro in contributi ricevuti, finanziamenti alle imprese, finanziamenti ai laboratori di ricerca. È possibile, Inoltre, ottenere le informazioni su ogni singolo progetto come, ad esempio, il titolo, la sintesi, i partner. La nuova piattaforma è stata costruita con il coinvolgimento di tutti i rappresentanti dell’ecosistema dell’innovazione e ha considerato i risultati della S3 precedente, relativa al periodo di Programmazione 2014-2020, l’evoluzione delle tecnologie, e dei mercati, gli obiettivi generali delle politiche e dei programmi regionali, le sfide globali. È fruibile in modalità Open Data e utilizza tecnologie semantiche di intelligenza artificiale per la classificazione.

Classificazione dei progetti e opzioni di ricerca

Ognuno dei progetti può essere classificato, infatti, per specializzazioni produttive e sfide tecnologiche, dando rilevanza all’interdisciplinarietà e alla vicinanza tematica dei vari interventi. Dunque, uno strumento pensato e sviluppato attorno agli utenti e alle loro possibili domande conoscitive. La piattaforma permette di formulare richieste specifiche di ricerca per estrapolare dati e informazioni.

Stando all’ultimo aggiornamento dei dati (13 ottobre 2023), durante la programmazione 2021-2027 (per cui circa a metà dei 7 anni previsti) sono finanziati in tutto 3.706 progetti per un ammontare di 959 milioni di euro di contributo allocato attraverso bandi regionali, nazionali ed europei. In particolare, i progetti finanziati direttamente dalla Regione Emilia-Romagna sono 2.710 per un totale di 199 milioni di euro di contributo

La Smart Specialization Strategy (S3) dell’Emilia-Romagna

Il percorso della S3 è partito quasi 10 anni fa. Infatti, dal 2014 la Regione Emilia-Romagna si è dotata di una propria Strategia di Specializzazione Intelligente per individuare gli ambiti su cui concentrare l’azione delle politiche regionali di innovazione. I settori di specializzazione industriale individuati come caratteristici del territorio regionale e considerati prioritari da qui al 2027 sono l’agroalimentare, l’edilizia e le costruzioni, la meccatronica e la motoristica, le industrie della salute e del benessere, le industrie culturali e creative, l’area dell’innovazione nei servizi, il digitale e la logistica, l’energia e lo sviluppo sostenibile, il turismo.

Aree tematiche della S3

Attraverso un processo partecipativo, che ha coinvolto tutti gli attori dell’ecosistema regionale della ricerca, dell’innovazione e della formazione, insieme a imprese locali, cittadini e associazioni, sono state inoltre identificate 15 aree tematiche cross-settoriali: energia pulita, sicura e accessibile; economia circolare; clima e risorse naturali (aria, acqua, territorio); blue growth; innovazione dei materiali; digitalizzazione, intelligenza artificiale, big data (imprese e PA); manufacturing 4.0 e future evoluzioni; connettività di sistemi a terra e nello spazio; mobilità e motoristica sostenibile e innovativa; città e comunità del futuro; patrimonio territoriale e identità regionale (beni e contenuti culturali, attività creative, turismo e prodotti Made in Emilia-Romagna); benessere della persona, nutrizione, stili di vita; salute; innovazione sociale e partecipazione; inclusione e coesione sociale (educazione, lavoro e territori).

Ora, grazie alla Piattaforma di Monitoraggio S3 Emilia-Romagna (art-er.it), la Strategia si arricchisce di un nuovo importante strumento che faciliterà la conoscenza di queste tematiche e il monitoraggio su finanziamenti, opportunità e progetti in corso.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Su questo argomento

Sistemi locali dell'innovazione: progetti e protagonisti