Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Aiip: “Partiamo dalla formazione: mostriamo ai giovani i vantaggi dell’epayment”

Home PA Digitale Servizi Digitali Aiip: “Partiamo dalla formazione: mostriamo ai giovani i vantaggi dell’epayment”

Il rapporto tra legalità ed innovazione è fondamentale da comprendere per i giovanissimi. Rendere trasparenti le operazioni di pagamento e le transazioni garantirebbe una vera e propria mappa dei flussi della nostra società, uno strumento importante per la lotta al terrorismo

5 Maggio 2016

M

Maurizio Pimpinella, presidente Associazione Italiana Istituti di Pagamento e di Moneta Elettronica

La Pubblica Amministrazione può essere vista come un vero e proprio termometro del Paese. Una sana gestione della cosa pubblica contraddistingue uno Stato sano. Allo stesso modo, possiamo muoverci in ambito digitale: quanto più la Pubblica Amministrazione di un dato Paese è avanzata tecnologicamente, quanto più lo saranno i cittadini del medesimo Stato. E’ indispensabile che l’innovazione digitale permei la PA italiana, così da semplificare la vita ai cittadini.

In Italia vedo segnali davvero incoraggianti: molto importante il Nodo Pagamenti di AgID, piattaforma unica a cui entro la fine del 2016 dovranno aderire tutte le pubbliche amministrazioni italiane (ad oggi, il 50% delle operazioni di pagamento in Italia è costituito proprio da pagamenti a favore della Pubblica Amministrazione), benissimo l’esempio virtuoso della Regione Lombardia, all’avanguardia su tutti i processi. Ed ancora, ottima l’iniziativa del Forum PA a Roma (con oltre 26 edizioni alle spalle) di quest’anno: ospiti di eccellenza e tante prospettive per far emergere concretezza e soluzioni dal dibattito.

Parlare di digitalizzazione significa, inevitabilmente, muoversi nell’ambito della cultura e dell’educazione . Come Presidente dell’Associazione Italiana Istituti di Pagamento e Moneta Elettronica – A.I.I.P., al centro del dinamico mondo del digitale, della moneta elettronica e dell’innovazione, ho come primo interesse, al pari del continuo dialogo con le Istituzioni, la divulgazione culturale di queste “materie” rivolta ai più giovani.

Certamente, reputo incoraggiante la sempre maggior attenzione che il mondo dell’Accademia universitaria riserva all’innovazione legata ai pagamenti e settori ad essi collegati, ma pensando ai giovani, mi riferisco ai giovanissimi: i Millennial nati a ridosso del 2000. Loro sono i più importanti cittadini di oggi e saranno i veri decision-maker di domani.

E’ per questo che mi spendo personalmente a riguardo, nello specifico nell’ambito di un programma di workshop previsto nei licei del Paese, messo a punto tramite il Centro Studi dell’A.I.I.P.. Di volta in volta, assieme ad esperti del settore, illustrerò personalmente agli studenti liceali i trend del comparto digitale e le prospettive occupazionali ed esso legate.

Una sfida entusiasmante, durante la quale non mancherò di presentare quelle che sono le tematiche salienti di cui si discuterà anche al Forum PA di quest’anno.

> Iscriviti al convegno “Pagamenti elettronici: un’occasione per la semplificazione dei rapporti con i cittadini e le imprese e per ripensare i processi amministrativi” in programma il 25 maggio a #forumpa2016

Il rapporto tra digitalizzazione, amministrazioni pubbliche, legalità ed innovazione e fondamentale da comprendere, soprattutto per i giovanissimi. La trasparenza delle transazioni, vuoi che siano tra amministrazione e cittadini o tra imprese, è un tema scottante, soprattutto con l’incremento del fenomeno del terrorismo.

Rendere trasparenti le operazioni di pagamento e le transazioni (di concerto con gli altri Paesi dell’Unione Europea, e non solo), garantirebbe una vera e propria mappa dei flussi della nostra società. E come sappiamo, dietro ogni movimento, vi sono vite, persone e valore.

Già nel 2015 l’A.I.I.P. ha organizzato l’evento “Follow the Money” avevamo affrontato il tema della tracciabilità come strumento per la lotta al crimine, di qualsiasi natura esso sia. Diffondere la consapevolezza che le nuove tecnologie sono di per sé sicure se usate in modo appropriato ed implicano un incremento della sicurezza in ogni aspetto della società è un compito importante, a cui gli operatori del settore stanno lavorando senza sosta: larga parte di quest’opera di comunicazione avviene tramite social media, strumenti un tempo di puro svago.


Costruire, attorno a queste realtà un’attiva cittadinanza digitale è imprescindibile. Bisogna incentivare le imprese – che siano multinazionali oppure start up fintech di nuova generazione – ad investire nel nostro Paese, creando un ecosistema competitivo sano e appetibile per il business.

Ogni anno, da oltre dieci anni l’A.I.I.P. organizza il Digital & Payment Summit, arena internazionale di raccordo per tutti i top player del settore. Giunto alla sua 13° edizione, il Convegno ha sempre portato validi risultati, sia per quanto riguarda la diffusione della cultura digitale, sia per essere riuscito a far emergere le best practice globali legate ai sistemi di pagamento, la tecnologia ed il digitale.

Per venire incontro sempre più alle esigenze di cittadini ed imprese, per l’edizione di quest’anno, prevista per il 14 giugno alla LUISS di Roma, adotteremo una nuova formula: il pubblico potrà sottoporre le proprie domande ai relatori presenti, creando quindi un dibattito diretto in cui dialogheranno insieme Istituzioni, top-player e giovani startupper.

Le novità sono continue, questo è un settore in divenire, che in pochi anni ha esteso vertiginosamente i propri confini. Basti pensare al solo ambito dei sistemi di pagamento: un tempo era appannaggio esclusivo delle banche, oggi invece i protagonisti sono gli Over the Top della tecnologia (Facebook, Google, Amazon, Apple) e molte aziende dedite ad altri tipi di beni e servizi hanno alle spalle un vero e proprio Istituto di Pagamento.

I nuovi trend sono molteplici, i beacon, la smaterializzazione delle carte di pagamento e le potenziali applicazioni della tecnologia Blockchain. Tutte informazioni che meritano di essere comprese e divulgate.

Uno sforzo analogo è quello che verrà compiuto quest’anno a Roma presso il Palazzo dei Congressi, dal 24 al 26 maggio, in occasione del Forum PA. Faccio un sentito in bocca al lupo a tutto lo staff e l’organizzazione, confidando nell’ottima riuscita dell’evento.

Su questo argomento

APP PA: l'elenco delle app ufficiali della Pubblica Amministrazione