Automazione dei processi e Intelligenza Artificiale per nuovi servizi nella PA

Home PA Digitale Automazione dei processi e Intelligenza Artificiale per nuovi servizi nella PA

Semplificare e migliorare l’efficienza delle amministrazioni attraverso la reingegnerizzazione, l’automazione e la standardizzazione dei procedimenti. Ecco cosa fa AIPA, il servizio di Atos, disponibile nel marketplace AGID, che fornisce componenti integrate di Automazione e Intelligenza Artificiale per la realizzazione di nuove soluzioni digitali per la PA

22 Maggio 2020

Atos

La Trasformazione Digitale rappresenta la principale sfida della Pubblica Amministrazione. Il disegno di nuovi servizi pubblici “reinventati” secondo il paradigma digitale consente di essere più efficienti, veloci e trasparenti per supportare i cittadini e le imprese nel loro rapporto con la PA. In quest’ottica si inserisce il servizio AIPA (Atos Intelligent Process Automation) erogato in SaaS, una piattaforma abilitante per la trasformazione digitale della PA.

Automazione, semplificazione ed efficienza

La piattaforma è basata sui componenti di “Intelligent Process Automation” (iBPM) per realizzare processi (workflow, case management, BPM, etc.) e “Robotic Process Automation” (RPA) per l’automazione delle attività ripetitive e time consuming. Queste due componenti integrate in una soluzione unica, insieme all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale e delle API, possono facilitare enormemente la realizzazione dei nuovi Servizi Digitali della PA.

Un esempio? Il backoffice di una pubblica amministrazione e la classica pratica amministrativa da elaborare, che passa da ufficio all’altro, spesso anche tra strutture diverse. Ogni passaggio richiede da parte dell’operatore un’analisi, un controllo della documentazione, una verifica per poi passare allo step successivo. E quindi un allineamento fra più operatori responsabili di singole fasi del processo. Questi flussi di lavoro possono essere digitalizzati grazie alle componenti di Case Management, velocizzando e standardizzando le attività. Nello stesso tempo, i task più operativi e ripetitivi possono essere automatizzati con componenti di “Robotic Process Automation”, che “mimano” il comportamento degli operatori, evitando però i possibili errori, e permettendo di poter focalizzare le risorse umane su attività di più alto valore. L’esempio è applicabile a tutti i procedimenti amministrativi, dal front-office al back-office.

Queste soluzioni, implementate da Atos in alcune realtà della Pubblica Amministrazione, hanno permesso di semplificare e migliorare l’efficienza attraverso la reingegnerizzazione, l’automazione e la standardizzazione dell’organizzazione di Backoffice. Ora Atos rende disponibile per tutto il mercato della PA lo stesso servizio, con un approccio flessibile e modulare che si adatta alle esigenze della singola Amministrazione.

Come funziona AIPA

La soluzione è disponibile in modalità “as a service” (SaaS) e consente di disegnare con approccio “low code” i processi della PA, sia di front office che di back office, con estrema flessibilità e modularità nella composizione e orchestrazione dei sottoprocessi che si diramano all’interno dell’organizzazione. I processi possono interfacciare i sistemi esistenti, anche di altre PA, ed utilizzare tutti i servizi delle “Infrastrutture Immateriali” (SPID, CIE, PagoPA, etc.) per realizzare servizi omogenei e standardizzati. La componente di Robotic Process Automation completa il disegno dei processi con l’automazione dei task routinari e time consuming, consentendo grande efficienza e qualità dei risultati. La piattaforma offre dunque alle Amministrazioni la capacità di “reinventarsi” i servizi e disegnarli, in ottica end to end, in maniera flessibile e veloce.

L’erogazione del Servizio in SaaS (secondo diversi modelli di deployment: public, hybrid, private) dà inoltre grande flessibilità nell’adozione della piattaforma e permette all’Amministrazione di concentrarsi sulla trasformazione digitale e sui processi, piuttosto che sull’acquisizione e gestione delle tecnologie. La modalità di erogazione in SaaS del servizio consente di avviare velocemente i progetti e di partire con investimenti minimali, per poi espandere l’adozione via via che maturano i bisogni e si realizzano i benefici attesi.

Il servizio AIPA in SaaS di Atos è qualificato nel marketplace Agid

Su questo argomento

L’avvicinamento tra PA e cittadino passa per la trasformazione digitale