Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Digitalizzazione del Paese: serve un’alleanza tra pubblico e privato. La giornata conclusiva di FORUM PA 2019

Home PA Digitale Digitalizzazione del Paese: serve un’alleanza tra pubblico e privato. La giornata conclusiva di FORUM PA 2019

Ultimo giorno di Manifestazione con l’intervento del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sulla trasformazione digitale dell’Italia

16 Maggio 2019

F

Redazione FPA

Foto di Daniele Rizzo

La trasformazione digitale della PA costituisce il fattore abilitante di qualsiasi riforma per migliorare i servizi pubblici, ma è anche un driver fondamentale per lo sviluppo dell’intera economia. Nonostante l’evidente cambio di passo degli ultimi anni, secondo l’ultimo Digital Economy and Society Index della Commissione Europea, l’Italia si colloca ancora al quartultimo posto tra i Paesi europei per attuazione dell’Agenda Digitale: per raggiungere gli obiettivi ambiziosi di digitalizzazione è necessaria una partnership tra pubblico e privato, che permetta alla PA di creare valore per il Paese attraverso una governance collaborativa.

È il messaggio con cui si è aperto oggi l’ultimo giorno di FORUM PA 2019, che tra i numerosi eventi ospita un confronto tra i principali protagonisti della governance della trasformazione digitale e delle aziende strategiche dell’IT, con l’intervento del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte.

“La PA digitale non è altro che una buona amministrazione adatta alla società in cui viviamo, solo così può essere il fattore abilitante per lo sviluppo sostenibile del Paese e può migliorare la qualità dei servizi – afferma Carlo Mochi Sismondi, presidente di FPA -. Negli ultimi mesi, con il piano triennale, sono stati fatti diversi passi avanti in progetti strategici che consentiranno alle PA di ogni livello di erogare servizi pubblici di qualità, prendere migliori decisioni basate sui dati, fare evolvere processi interni e modelli organizzativi. Per la piena attuazione della digitalizzazione della macchina pubblica però serve una ‘governance collaborativa’ e un’azione congiunta di tutti gli enti. È indispensabile un’alleanza tra mondo pubblico e privato, partendo anche dalla necessaria rivisitazione delle modalità di procurement pubblico”.

“Oggi ci troviamo nel mezzo della quarta rivoluzione industriale, ma all’Italia mancano all’appello circa 15 miliardi di euro l’anno di investimenti nel digitale per recuperare il gap con la media di investimenti sul Pil dell’EU5, con Regno Unito, Germania, Francia, Spagna – dice Andrea Rangone, Amministratore Delegato del Gruppo Digital360 -. Il Paese ha compiuto molti passi avanti nell’Agenda Digitale, ora serve un’accelerazione e uno ‘shock’ anche culturale a tutti i livelli per dare una spinta alla digitalizzazione, attraverso un’azione di sistema in cui la Pubblica Amministrazione è protagonista”.

LA CONFERENZA

La trasformazione digitale del PAese. Come creare valore attraverso una nuova e fattiva partnership pubblico-privato

La digitalizzazione della PA costituisce un fattore abilitante per il miglioramento della trasparenza e della qualità dei servizi erogati al cittadino, ma rappresenta anche un driver di sviluppo e di rafforzamento della capacità innovativa dell’intero Paese, e quindi, di creazione di valore. Negli ultimi mesi sono stati fatti molti passi avanti nell'implementazione di molti progetti strategici previsti dal Piano triennale per l'informatica pubblica, che consentiranno alle PA di ogni livello di erogare servizi pubblici di qualità, prendere decisioni migliori basate sui dati, orientare la trasformazione dei propri processi interni e dei modelli organizzativi.

16 Maggio 2019

Su questo argomento

APP PA: l'elenco delle app ufficiali della Pubblica Amministrazione