I-Memo al Forum PA 2011 – soluzione globale per la sicurezza digitale

Home PA Digitale I-Memo al Forum PA 2011 – soluzione globale per la sicurezza digitale

Comunicato Stampa. Gli esperti ci dicono che la sicurezza digitale è una catena complessa di molti elementi, nella quale l’anello umano si rivela spesso il più debole. La debolezza diventa forza se possiamo disporre di uno strumento che è al tempo stesso un prolungamento della nostra memoria e un forziere inespugnabile dei nostri dati, perché unico come noi.

8 Maggio 2011

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Comunicato Stampa. Gli esperti ci dicono che la sicurezza digitale è una catena complessa di molti elementi, nella quale l’anello umano si rivela spesso il più debole. La debolezza diventa forza se possiamo disporre di uno strumento che è al tempo stesso un prolungamento della nostra memoria e un forziere inespugnabile dei nostri dati, perché unico come noi.
Senza ricorrere a terzi o a società specializzate, I-Memo ci consente di provvedere da soli alla nostra sicurezza digitale garantendo i tre elementi ad essa essenziali: una password casuale, i dati personali memorizzati nel database, l’accesso solo dopo essersi autenticati con l’impronta digitale.
I metodi di sicurezza, infatti, si basano sulla verifica di qualcosa che l’utente sa (una password o un codice), o che l’utente ha (il proprio I-Memo personale), o che l’utente è (l’impronta digitale). Se ci si affida ad un solo elemento tra questi, la sicurezza sarà sempre limitata.
Non sempre possiamo delegare a terzi la nostra sicurezza digitale e non tutti i soggetti che predispongono una piattaforma gitale di servizi possono farsi carico dei costi della nostra sicurezza. Spetta a noi difendere la nostra identità digitale così come difendiamo quella reale. Se poi farlo, nella certezza della massima sicurezza e funzionalità, costa poco e dura per sempre come con I-Memo, allora il problema non si pone!
Una password sicura deve essere composta da più di otto caratteri, contenere lettere, cifre o simboli e non riferirsi a elementi della nostra vita facilmente rintracciabili. Insomma, bisogna trovare il modo di renderla “facile da ricordare, ma impossibile da individuare”. Più semplice a farsi che a dirsi con I-Memo: basta digitare un semplice comando e ci penserà lui a generare in automatico una password o un codice, noi potremo scegliere lunghezza (da 4 a 16 caratteri) e la composizione (numeri, lettere minuscole e maiuscole, simboli e simboli speciali). Il problema di doverla ricordare? Superato. E’ I-Memo a ricordarla al nostro posto, in ogni tipo di situazione, ci basteranno da 2 a 3 secondi per accenderlo, autenticarci con l’impronta e cercare la scheda con la password che serve.
Dotare la propria azienda e i propri collaboratori di un supporto come I-Memo garantisce sicurezza elevata con un bassissimo investimento, senza alcun intervento diretto sulla rete hardware e software già implementata.
Quando la password si scrive su foglietti o post-it, per quanto complessa e ben scelta, il problema che l’appunto finisca per essere perso o, peggio, in mani sbagliate è elevato. A meno che non si decida di appuntarsela in una cassaforte portatile, grande appena mm 85×55, attivabile solo con il riconoscimento dell’impronta digitale, capace di contenere fino a 2000 schede ciascuna di 480 caratteri e che implementa i sistemi più avanzati di crittografia.
Ancora più pratico e utile, I-Memo risulta nei casi in cui per ragioni di sicurezza l’azienda o il servizio on line richiedano di cambiare periodicamente la password: grazie al generatore interno di password casuali l’operazione diventa semplice e rapida, nessuna password sarà mai simile a quella precedente e il livello di complessità non sarà più un problema.
I-Memo è una soluzione del tutto diversa dai software “identity safe” o “identity guard” e senza contro-indicazioni. Non impone l’uso di un PC, pur essendo utilizzabile anche da PC. Non è un software che può andare in conflitto con altri software caricati, non promette ambienti criptati per poi scoprire che in realtà l’elenco è in chiaro e senza protezione da intrusi. I-Memo, semplice ed efficace, mantiene le sue promesse: le copie per il backup di sicurezza sono criptate; l’uso da PC avviene solo dopo l’autenticazione dell’impronta digitale e sotto il controllo diretto del proprietario; si utilizza anche senza PC, infatti le password e i codici che utilizziamo sono tanti e per tante applicazioni, non solo quelle connesse all’uso del web.
Perché un segreto sia tale bisogna che noi siamo gli unici a conoscerlo. Tutti coloro che possiedono I-Memo, possono dirlo!

Al FORUM PA siamo al Padiglione 8 – Piazza dell’Innovazione.
Martedì 10 Maggio ore 16.30 Stand Saletta 31 – Piazza dell’Innovazione.
Officina PA: I-Memo v. 226. La sicurezza digitale nelle nostre mani
http://www.i-memo.it Numero Verde: 800 589 220