Nuove competenze: l’importanza dell’e-leadership per le professioni di cura

Home Riforma PA Competenze Nuove competenze: l’importanza dell’e-leadership per le professioni di cura

14 Novembre 2015

F

Fabrizio Consorti, Università La Sapienza di Roma e Società Italiana di Pedagogia Medica

La formazione è una delle fondamentali forze propulsive e di orientamento in qualsiasi processo di cambiamento. Nel suo senso più profondo, non può essere intesa come mero addestramento tecnico-operativo, ma deve tendere a produrre una trasformazione del modo in cui la persona in formazione percepisce e costruisce il mondo, sia pur limitatamente ad un aspetto particolare.

La Competency-Based Medical Education (CBME) è la tendenza ad orientare la progettazione dei corsi di studio e formazione alla esplicita dichiarazione del risultato finale, espresso come insieme delle competenze che si intendono far raggiungere alla fine del percorso. La competenza, nella sua accezione più ampia, è la capacità di usare un insieme strutturato di conoscenze, abilità tecnico-manuali e atteggiamenti per la risoluzione di un problema in un contesto specifico.

Nel campo dell’e-health, sono state definite tre aree di priorità [1] :

  • accesso: l’insieme delle regole e procedure che consentono di identificare con certezza l’identità personale (autenticazione) e il ruolo (autorizzazione) di chi acceda ad un sistema informativo sanitario
  • sicurezza: include regole e procedure per garantire la riservatezza e l’integrità delle informazioni sulla salute
  • competenze di rete: l’insieme delle conoscenze e abilità necessarie ad accedere e utilizzare i servizi e le comunicazioni in rete

Il possesso di competenza in queste tre aree è fondamentale per garantire sicurezza dell’utente ed efficienza dei servizi sanitari.

Ad esse si aggiunge come necessaria la e-leadership, intesa come una competenza complessa di leadership capace di perseguire obiettivi basati su ICT attraverso l’attivazione di risorse umane e l’uso di tecnologia. Si tratta quindi di un’estensione di quella competenza di leadership che nella visione attuale dovrebbe essere un attributo di tutti i professionisti sanitari, anche se acquisita a diversi livelli di abilità.

La letteratura internazionale identifica come attributi caratteristici della leadership per medici e infermieri:

  • le conoscenze teoriche e tecniche relative ai sistemi organizzativi, finanziari e informativi, alla gestione delle risorse umane e alla pianificazione strategica;
  • le conoscenze tecnologiche specifiche di settore;
  • le abilità di problem solving;
  • l’intelligenza emotiva;
  • le abilità di comunicazione;
  • un insieme di attributi personali necessari a sostenere i colleghi e a favorire lo sviluppo di resilienza;
  • l’impegno alla formazione continua auto-diretta.

Sono rilevanti anche la responsabilità sociale, la capacità di innovazione, di auto-gestione, di gestione dei compiti e orientamento alla giustizia sociale.

Queste stesse abilità possono essere ulteriormente precisate se applichiamo il concetto di leadership a contesti in cui siano in gioco attività supportate da ICT o che potrebbero essere facilitate dall’adozione di soluzioni digitali. Sembrano particolarmente rilevanti ai fini di una proficua applicazione delle competenze di e-leadership i domini della telemedicina e del tele nursing, nonché la capacità di guidare l’innovazione organizzativa verso modelli inter-disciplinari e inter-professionali, fortemente integrati e basati su comunità virtuali di pratica. E’ ovviamente strategico il possesso della più piena consapevolezza circa l’infostruttura del Nuovo Sistema Informativo Sanitario (NSIS), che consenta di vedere gli usi più innovativi di strumenti come il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) e di tutti gli atti relativi alle dematerializzazione.

Come si vede da questa breve discussione, il processo di formazione deve essere focalizzato sull’acquisizione della consapevolezza più che sullo sviluppo di capacità tecniche: tutti possono imparare ad usare una tastiera, solo un e-leader è consapevole di cosa implica sfiorare il simbolo “Invio” sullo schermo del proprio smartphone.



[1] Consorti F. Competenze digitali nelle professioni sanitarie . 2014 AICA, Milano. Disponibile a http://www.aicanet.it/aica/ecdl-health/documenti-p…