Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Smart city, Daviddi (Enel X): “Obiettivi concreti, visione e meno gadget”

Home PA Digitale Smart city, Daviddi (Enel X): “Obiettivi concreti, visione e meno gadget”

Un’economia basata su un uso efficiente delle risorse, permette di affrontare i temi legati al cambiamento climatico e di promuovere la competitività economica. Ne parliamo con Mario Daviddi di Enel X, azienda partner del nostro progetto “Cantiere IoT per i servizi pubblici locali”

1 Agosto 2019

Enel X

La nuova società del Gruppo Enel dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali nei settori in cui l’energia mostra il maggior potenziale di trasformazione: abitazioni, imprese, città e mobilità elettrica.

L’efficienza energetica è uno dei pilastri su cui si fonda la Strategia “Europa 2020” dell’UE, che detta i principi di una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva per i Paesi dell’Unione. La domanda di energia da parte degli Stati è in continuo aumento, ma la cresciuta attenzione verso gli effetti del cambiamento climatico ha portato l’Unione Europea a impegnarsi nella scelta di sistemi che migliorino l’efficienza energetica e rendano il consumo più competitivo, sicuro e sostenibile.

Un’economia basata su un uso efficiente delle risorse, permette di affrontare i temi legati al cambiamento climatico e di promuovere la competitività economica.

FPA ha incontrato Mario Daviddi, Head of Project Financing Team e-City Solutions Italy di Enel X, azienda partner del nostro progetto “Cantiere IoT per i servizi pubblici locali“, per capire come è possibile percorrere la strada dell’innovazione tanto auspicata. Diamo qualche numero: entro il 2050 si mira ad abbattere almeno il 40% delle emissioni di CO2 e a migliorare almeno del 27% l’efficienza energetica.

Le risorse a disposizione delle città sono spesso esigue, ma gli strumenti ci sono – ci dice Daviddi -, così come previsto dal nuovo codice dei contratti pubblici, e anche aziende in grado di accompagnare le amministrazioni verso il cambiamento, in un rinnovato rapporto di partnership tra PA e imprese.

Cosa significa rendere intelligente ciò che consuma energia in una città? Mario Daviddi, Enel X: ” Significa renderlo interconnesso. Noi lo facciamo mettendo a disposizione una piattaforma IoT, compliance con la normativa, che raccoglie i dati e restituisce delle soluzioni”.

Il Cantiere IoT per i servizi pubblici locali è il tavolo di lavoro di FPA dedicato al tema del miglioramento e dell’efficientamento dei servizi pubblici locali attraverso la data governance e le tecnologie digitali.

Su questo argomento

APP PA: l'elenco delle app ufficiali della Pubblica Amministrazione