Concorsi Smart, la piattaforma digitale che aiuta la PA a trovare competenze

Home Riforma PA Concorsi Smart, la piattaforma digitale che aiuta la PA a trovare competenze

La pubblica amministrazione ha bisogno di assumere 170mila nuovi dipendenti entro il 2023 e di selezionare le migliori risorse che, con competenza e precisione, permettano il raggiungimento degli obiettivi del PNRR. La fase di reclutamento diventa quindi centrale. L’adozione di soluzioni digitali semplifica i processi assicurando trasparenza, una gestione sicura dei dati e tempi più rapidi, ecco cos’è Concorsi Smart

21 Giugno 2023

F

Redazione FPA

Foto di Tim Mossholder su Unsplash https://unsplash.com/it/s/foto/reclutamento

Il Ministro per la PA, Paolo Zangrillo, ha sottolineato in occasione del FORUM PA 2023 come “la Pubblica amministrazione debba diventare una grande opportunità per tutti i giovani, soprattutto per quelli talentuosi, tenendo ben presente che questi chiedono proprio di entrare in un’organizzazione che sia capace di valorizzare i talenti, di misurare il merito delle persone, di garantire un percorso professionale che faccia acquisire competenze, esperienze e che dia la possibilità di crescere”.

È così che la fase di reclutamento assume centralità anche in ambito pubblico. Si fanno sempre più necessari percorsi veloci, trasparenti e rigorosi, per selezionare i profili tecnici e gestionali necessari oggi all’attuazione del PNRR.

Concorsi pubblici 2023: come farli diventare Smart con il Global Service

Vi avevamo raccontato in una precedente uscita di forumpa.it dell’innovativa soluzione multidisciplinare Concorsi Smart sviluppata da Dromedian, che ha ottenuto anche un brevetto internazionale. La piattaforma Concorsi Smart è utilizzata attualmente da Ministeri, Regioni, Provincie, Comuni, Enti pubblici e Università e permette di gestire tutte le fasi concorsuali in sicurezza garantendone la totale trasparenza.

Ciò è reso possibile grazie al Global Service, modalità innovativa di fruizione del supporto tecnico che comprende l’assistenza per tutte le fasi della procedura concorsuale, dall’inizio alla fine. Si tratta, in altri termini, di una soluzione a cui affidare gli step di progettazione, realizzazione e gestione dei concorsi pubblici: dalla logistica alla sicurezza, implementando tecnologie e servizi integrati per la massima efficienza tecnica e semplicità operativa. Si consente così di svolgere il concorso in presenza su più sedi dislocate sul territorio nazionale e in contemporanea riuscendo a rispettare le esigenze delle amministrazioni evitando ai candidati costosi spostamenti.

Una tale modalità, peraltro già consolidata e perfettamente integrata con la piattaforma Concorsi Smart, cura ogni singolo aspetto per ottimizzare le risorse, snellire i processi e soddisfare i più alti standard di precisione e sicurezza.

Piattaforma Concorsi Smart: a cosa serve e cosa offre

La piattaforma è in grado di gestire tutte le fasi del concorso. Sulla base delle specifiche esigenze indicate dall’Amministrazione, il bando di concorso viene configurato sulla piattaforma, con tutti gli aspetti principali del singolo profilo professionale: requisiti generici e specifici di ammissione, skills, tipologia contrattuale e tutti gli elementi che caratterizzano la singola procedura. Tramite la piattaforma è inoltre possibile:

  • inserire le griglie di valutazione dei titoli, per la restituzione dei punteggi parziali, totali e della definitiva graduatoria che tenga conto delle preferenze, precedenze e riserve indicate dal candidato;
  • fornire all’amministrazione committente informazioni aggiornate sullo stato delle candidature (correttamente inviate e ancora in sospeso);
  • individuare le candidature coerenti con il profilo richiesto, valutarne il cv e convocare i candidati ritenuti più in linea con le esigenze della singola Amministrazione.
  • individuare eventuali membri delle Commissioni esaminatrici ed effettuarne le convocazioni.

Le fasi dello svolgimento del concorso tutte in digitale

Lo step successivo alla creazione della piattaforma prevede poi la ricezione e gestione candidature: dalle autenticazioni digitali (SPID, CIE), all’iscrizione guidata del candidato con la conferma della candidatura, l’assegnazione di un QR Code univoco (utile per accelerare il check-in), fino all’invito digitale al concorso.

La creazione delle prove di esame consente di realizzare i questionari per le prove scritte pratiche e i quesiti per le prove orali, selezionati dalla commissione per tipologia e composizione, definendo anche i passaggi relativi all’estrazione automatica delle buste, alla somministrazione dei questionari in modalità random, alla definizione dei criteri di valutazione.

Lo svolgimento delle prove di esame si avvia con il fast check-in del candidato attraverso il controllo del documento e della lettera di convocazione che contiene il QR Code per l’identificazione, associa il braccialetto antieffrazione, assegnato in modo random in precedenza (contenente a sua volta un QR Code) e la prova, per garantirne l’anonimità anche tramite la definizione random dei questionari e dei posti a sedere. L’esame prosegue con lo svolgimento della prova concorsuale dematerializzata e cifrata su tablet (offline). Inoltre, il sistema gestisce gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili richiesti dai candidati che presentano delle disabilità, per consentire la massima accessibilità e partecipazione di tutti.

La correzione delle prove d’esame, con quesiti a risposta multipla, è immediata ed automatizzata; per le prove con quesiti a risposta aperta e/o elaborati, la correzione è a carico della commissione esaminatrice che, attraverso specifiche credenziali, accede al sistema, visualizza e scarica le singole prove attribuendo i singoli punteggi. Elaborata la correzione, il sistema restituisce il report dei punteggi e una serie di report statistici al fine di poter valutare le tipologie di risposte inserite dai singoli candidati.

Concorsi Smart: quali sono i punti di forza

Procedure più veloci. La piattaforma garantisce una logistica semplificata e un rapido allestimento dei locali senza necessità di interventi impiantistici invasivi nelle oltre 75 sedi gestite da Dromedian in tutte le Regioni italiane per ospitare le prove di concorso. Gli oltre 50mila tablet distribuiti sul territorio consentono di gestire fino a 80mila candidati al giorno. Il processo, inoltre, elimina i tempi di attesa fra l’esecuzione delle prove e la restituzione delle graduatorie.

Procedura attenta alla transizione ecologica. La piattaforma è totalmente paperless ed ha un impatto ambientale più ridotto di qualunque altra modalità di concorso. L’utilizzo del tablet in modalità offline in presenza produce ad esempio, nell’ipotesi di 2mila candidati per una prova di un’ora, l’equivalente di 800 kg di CO2, il 4% rispetto a una prova on line con video chiamata. Inoltre, la distribuzione delle sedi in territori prossimi alla provenienza geografica dei candidati riduce ulteriormente l’impatto ambientale, oltre a contenere i costi di trasporto e la perdita di tempo, con notevoli vantaggi anche per i candidati che possono ridurre i disagi per gli spostamenti.

Con il servizio Global Service tutte le attività sono incluse. Tramite il servizio Global Service la procedura concorsuale sarà gestita in modo accentrato, con tutte le attività:

  • il personale altamente qualificato e l’assistenza tecnica sia in loco che da remoto assicurano una presenza costante nelle aree concorsuali, anche dislocate in più sedi sul territorio nazionale ed in contemporanea;
  • la gestione efficiente e sicura dell’intero flusso dei candidati permette di far fronte anche ad un numero di candidati complesso da gestire;
  • le misure logistiche e organizzative vengono coordinate per garantire i primari obbiettivi di sicurezza, igiene e assistenza per tutta la durata del concorso, a partire dall’assistenza medico-sanitaria alla sorveglianza notturna, fino ad arrivare ai servizi di segreteria o di nursery.

Elevati standard di sicurezza e trasparenza. La procedura brevettata e inviolabile (basata su tecnologia blockchain) garantisce sicurezza, riservatezza e trasparenza, come evidenzia anche il fatto che ad oggi non sono stati presentati ricorsi legati alla tecnologia Concorsi Smart.

La piattaforma Concorsi Smart è presente sul Catalogo dei servizi Cloud per la PA qualificati (cloud marketplace) dell’Agenzia per Cybersicurezza Nazionale(ACN) che raccoglie la scheda tecnica del servizio.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Su questo argomento

Concorso digitale in magistratura, la soluzione che ha rivoluzionato l'amministrazione giudiziaria