Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Smart Communities, genere, inclusione: prospettive di donne sulle città intelligenti

Home Riforma PA Smart Communities, genere, inclusione: prospettive di donne sulle città intelligenti

Si è svolto ieri, 30 Ottobre, a Bologna il Workshop sulle prospettive delle donne per uno sviluppo Smart e sostenibile delle città e delle comunità, promosso da Stati Generali Innovazione e ECWT_Italia_Ca’ Foscari CISRE.

31 Ottobre 2012

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Si è svolto ieri, 30 Ottobre, a Bologna il Workshop sulle prospettive delle donne per uno sviluppo Smart e sostenibile delle città e delle comunità, promosso da Stati Generali Innovazione e ECWT_Italia_Ca’ Foscari CISRE. Forum PA ha creduto nell’iniziativa ospitandola nel contesto di Smart City Exhibition, ma un successo come quello riscontrato era evidentemente inatteso: 4 ore di open talk con oltre 150 partecipanti ed una sala straripante di persone sedute per terra [qui alcune foto su twitter]: amministratrici locali, rappresentanti di global corporation ICT, PMI, ricercatrici, Ong, professioniste.

Si è discusso prima di tutto di qualità e sostenibilità della vita, di open data, mobilità, telelavoro, urgenza della condivisione del lavoro di cura nelle coppie e tra individui-società, sicurezza urbana, e-health, riduzione dei consumi energetici, il tutto visto attraverso ‘lenti di genere’, ossia mettendo al centro i bisogni delle donne, nella consapevolezza che non sono tutte uguali e che dunque la prospettiva di genere’ va intrecciata a quelle generazionali, culturali, di abilità, ceto sociale e orientamento sessuale.

Le donne vogliono esserci da protagoniste in una partita decisiva per le politiche sull’innovazione come quella per le Smart Cities: dagli interventi al workshop è emerso chiaramente la richiesta di coinvolgere le donne a livello di governance dell’innovazione urbana e poi in tutte le fasi di analisi dei bisogni e progettazione, partecipazione dei/delle cittadini/i implementazione e monitoraggio delle Smart Cities. Un vero e proprio processo di intelligenza collettiva ha caratterizzato tutto il dibattito di ieri, che confluirà in un Manifesto e in una “to do list” per le PA, in un dibattito collettivo attraverso il Blog www.smartandequal.wordpress.com ed una mailing list dedicata.

Per contatti e informazioni
Flavia Marzano, Stati Generali Innovazione. E-mail: Flavia.marzano@gmail.com
Maria Sangiuliano, ECWT/Università Ca’ Foscari. E-mail: marisangiuliano@gmail.com

Su questo argomento

Infrastrutture, piattaforme e servizi intelligenti per una città sempre più inclusiva