ArtWireless: la cultura viaggia senza fili

Home Temi Verticali Cultura e Turismo ArtWireless: la cultura viaggia senza fili

Costituire una rete di musei e gallerie attraverso l’offerta di molteplici servizi online: visite virtuali, audioguide, consultazione di cataloghi, vendita e prenotazione di singoli biglietti e prenotazione di pacchetti culturali completi, informazioni via sms e mms. Questa l’aspirazione di ArtWireless, il portale dedicato all’arte e alla cultura presentato il 22 giugno scorso presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma.

25 Giugno 2010

R

Redazione FORUM PA

Articolo FPA

Costituire una rete di musei e gallerie attraverso l’offerta di molteplici servizi online: visite virtuali, audioguide, consultazione di cataloghi, vendita e prenotazione di singoli biglietti e prenotazione di pacchetti culturali completi, informazioni via sms e mms. Questa l’aspirazione di ArtWireless, il portale dedicato all’arte e alla cultura presentato il 22 giugno scorso presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma.
L’affermazione di Paul Klee “Rendere visibile l’invisibile” è stata scelta come frase simbolica ed evocativa della vocazione di ArtWireless, un progetto pensato per il sistema museale pubblico e privato, per gli studiosi, i collezionisti, gli artisti, i galleristi e in generale tutti gli amanti della cultura e dell’arte.
La premessa da cui nasce l’iniziativa è che ormai si deve tenere conto della cosiddetta ‘web next generation’, una nuova generazione di fruitori dei servizi dell’arte multimediale: le scuole e le università, sempre più dotate di aree tecnologiche e materiale didattico multimediale; i turisti, che utilizzano Internet per conoscere le offerte culturali presenti sul territorio; il sistema museale italiano, nell’ambito di un processo di esternalizzazione dei servizi per i visitatori.
In questa logica ArtWireless propone blog, forum e focus sui dibattiti più accesi del contemporaneo – dalla Biennale di Venezia alle polemiche sull’architettura moderna – ma soprattutto offre la possibilità di utilizzare intelligentemente la Rete attraverso servizi multimediali tecnologicamente all’avanguardia e adeguati allo sviluppo di un’idea di turismo culturale al passo con i tempi del popolo della nuova “generazione digitale”. Il sito, quindi, vuole mettere a disposizione dei visitatori applicazioni multimediali che consentono la fruizione culturale utilizzando tecnologie innovative e sempre più diffuse, come il QR code.
Responsabili del portale sono Giovanni Puglisi, presidente della commissione nazionale italiana per l’Unesco e Rettore della Iulm, Alessandro Masi, storico dell’arte e segretario generale della Società Dante Alighieri, e Massimo Arcangeli, preside della Facoltà di Lingue Straniere all’Università di Cagliari.

Per saperne di più: www.artwireless.it

Su questo argomento

Un parco di storie, le vostre storie: co-creare mappe del racconto sotto l’emergenza dell’epidemia