Firenze prima “città faro” in Italia col progetto Replicate

Home Città e Territori Firenze prima “città faro” in Italia col progetto Replicate

Grazie al progetto
europeo Replicate ‘REnaissance of PLaces with Innovative Cirtinzenship And
TEcnology’ Firenze è la prima città faro (lighthouse city) italiana in Europa.
Città che mettono in campo tecnologie innovative per co-creare servizi smart
city, in particolare in ottica di efficienza energetica e mobilità sostenibile. Un
percorso che verrà raccontato a ICity Lab 2018.

9 Ottobre 2018

R

Redazione FPA

Sviluppare e realizzare soluzioni integrate di efficienza energetica/mobilità sostenibile e ICT in aree pilota: questo l’obiettivo del Progetto REPLICATE (REnaissance of PLaces with Innovative Citizneship And TEcnology) un progetto europeo di ricerca e sviluppo approvato nell’ambito del programma Horizon 2020 – smart city and communities. Grazie a questo progetto Firenze è stata riconosciuta prima città faro (lighthouse city) italiana in Europa, assieme alle città di Bristol e San Sebastian, coordinatore del progetto, e con le città “amiche” di Nilufer, Essen e Losanna. La visione alla base del progetto è migliorare la qualità della vita dei cittadini in Europa verificando l’impatto delle tecnologie innovative usate per realizzare servizi intelligenti condivisi e concordati con i cittadini e dimostrando processi vincenti per la loro replicabilità nelle città e per le città.

La ricerca di sostenibilità investe diverse aree: economica, sociale e ambientale. Economica, riducendo il costo e la quantità dell’energia consumata, usando un numero sempre maggiore di rinnovabili o un comportamento sempre più consapevole. Sociale, promuovendo la coesione sociale, evitando le esclusioni, per migliorare la salute e il benessere così come per garantire un miglior accesso alla formazione e all’occupazione. Ambientale, puntando su efficientamento energetico, mobilità sostenibile e rafforzamento delle infrastrutture integrate per favorire soluzioni efficienti e monitoraggio della città e per aumentare anche la sua resilienza.

Il progetto a Firenze prevede un investimento di oltre 11 milioni di euro , di cui oltre 7 milioni e mezzo dalla UE e quasi 4 milioni dai 7 partner del progetto. Gli interventi previsti coinvolgono le aree di Novoli, Cascine e Piagge e sono di tre tipi:

Efficientamento energetico

  • Retrofitting e teleriscaldamento: un sistema di storage di energia termica da solare che riguarderà 300 appartamenti per un totale di 20mila metri quadri e 700 persone e una riduzione del 30% della domanda di energia ed un risparmio in bolletta degli inquilini di circa il 10%
  • Reti intelligenti: un sistema ‘no black out’ attraverso due cabine primarie e 60 sottostazioni secondarie che consentono l’attivazione di servizi (mobilità elettrica, domanda attiva), 25000 cittadini coinvolti e una riduzione di emissioni di CO2 pari a 3100 t/anno

Mobilità sostenibile

  • Stazioni di ricarica: oltre alle 180 colonnine di ricarica, ulteriori 30 a con una riduzione di 250 tonnellate di CO2 all’anno.· 6 superfast recharge ad uso esclusivo dei taxi elettrici in città (obiettivo 100)
  • Sistemi di controllo delle informazioni, servizi aggiuntivi per i cittadini, sistema di informazione e prenotazione ricariche superfast per i taxisti elettrici

Innovazione e infrastrutture integrate

  • Illuminazione smart: mille nuovi punti luce a led, con servizi a valore aggiunto e parziale rinnovo della rete; sensori digitali illuminazione; gestione intelligente e manutenzione, con una riduzione di 3500 tonnellate di CO2 l’anno
  • Sistemi intelligenti: installazione di panchine con possibilità di ricaricare il telefono, collegarsi a internet ed ascoltare la musica; posizionamento di cassonetti intelligenti, cabine telefoniche innovative multiservizi
  • Reti intelligenti: sistemi WIFI, sensori di rilevamento traffico su strada, sensori di irrigazione, sensori di rilevamento vento
  • Controllo e gestione dei dati: smart city control room ovvero una piattaforma per la gestione dati, , big data e open data, gestione dei servizi locali e digitali, basata sull’ontologia km4city messa a punto dall’Università degli Studi di Firenze

A ICity Lab 2018 il progetto Replicate si focalizzerà, in particolare, sulla mobilità sostenibile e verrà raccontato da Vincenzo Tartaglia (Direttore Direzione Nuove Infrastrutture e Mobilità e Responsabile del gruppo di lavoro sulla mobilità sostenibile del progetto Replicate Comune di Firenze) in occasione del workshop “ Pratiche di mobilità sostenibile per un governo efficiente del territorio ”, in programma il 17 ottobre dalle 13.30 alle 14.45

Su questo argomento

“Le Botteghe di Firenze” ai tempi del CoVid-19: come usare il digitale pubblico per la ripartenza