FORUM PA Sardegna: l’innovazione passa dal sistema regionale

Home Città e Territori FORUM PA Sardegna: l’innovazione passa dal sistema regionale

29 Aprile 2016

R

Redazione FPA

La firma ufficiale del Patto d’Integrità tra il Presidente di Transparency International Italia, Virginio Carnevali, e i rappresentanti di ARST Trasporti Regionali della Sardegna per la realizzazione del collegamento Repubblica/Stazione RFI della metropolitana leggera di Cagliari è stato uno dei momenti in primo piano a FORUM PA Sardegna, la due giorni organizzata da FPA e dalla Regione Autonoma della Sardegna che si è svolta ieri e oggi presso la Fiera di Cagliari.

Un evento che ha visto 600 partecipanti, 60 relazioni, oltre alla presenza di Raffaele Paci, vicepresidente della Regione e di 4 Assessori della Giunta regionale. Sono intervenuti inoltre Antonio Bartolini, Assessore Innovazione e Agenda Digitale della Regione Umbria, Barbara Argiolas, Assessore alle politiche per lo sviluppo economico e turistico del Comune di Cagliari, Paola Piras, Commissario Straordinario della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Cagliari e Filippo Romano, Dirigente Ufficio Piani di Vigilanza e Vigilanze speciali dell’ANAC.

Il percorso di approfondimento sul fronte della trasparenza, della legalità e della prevenzione della corruzione – dal Protocollo di Intesa stipulato tra Regione Sardegna, Transparency e Anci, al Protocollo di Vigilanza Collaborativa tra Regione e ANAC fino al ruolo dell’Organismo Unico di Valutazione e alle esperienze di divulgazione nelle scuole – si è affiancato ad una riflessione intorno ai progetti già in atto sul territorio e a quelli da realizzare attraverso gli oltre 300 milioni di euro di investimento previsti per l’attuazione dell’Agenda Digitale regionale: big e open data, democrazia partecipata, social network come driver strategici per una Pa agile e inclusiva sono solo alcuni degli spunti che hanno animato il dibattito.

FORUM PA Sardegna mette insieme molti temi, tutti coerenti con un concetto fondamentale: non esiste sviluppo se tale sviluppo non è equo, sostenibile e in grado di cambiare la vita di cittadini e imprese. Tutto il resto non ci interessa: la parte più attiva del Paese si riconosce nella qualità della vita, nell’innovazione, nello sviluppo sostenibile e questo deve essere vissuto in un clima di trasparenza e integrità”. Lo ha detto Carlo Mochi Sismondi, il Presidente di FPA illustrando il ricco programma congressuale.

La manifestazione che si è conclusa oggi a Cagliari si è confermata un’occasione di confronto tra istituzioni, operatori pubblici, cittadini e imprese ma soprattutto un palcoscenico privilegiato per fare il punto sugli strumenti e le politiche di innovazione necessarie per affrontare le sfide poste da Sardegna 2020.

Lavoriamo a una pubblica amministrazione più semplice e più vicina al cittadino. Digitalizzazione, trasparenza e anticorruzione, semplificazione delle procedure per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese. Stiamo lavorando sin dal primo giorno in questa direzione, per promuovere una cittadinanza digitale, garantire servizi rapidi, sostenere l’occupazione e la competitività delle imprese promuovendo così la cultura della partecipazione che passa ormai inevitabilmente da quella banda ultralarga che è ormai una realtà e segna una vera svolta per la Sardegna“. È il commento del vicepresidente della Regione Raffaele Paci che ha aperto i lavori della prima giornata durante la quale sono intervenuti tra gli altri, Gianmario Demuro, Assessore degli Affari Generali, Personale e Riforma della Regione e Virginia Mura, Assessore del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale.

Internazionalizzazione delle imprese e Social Impact Investing i nodi centrali delle sessioni dedicate alla Pa come motore dello sviluppo economico: “Abbiamo voluto presentare il nostro Social Impact Investing nel contesto di FORUM PA per condividere questa esperienza che, con un po’ di spirito da esploratori, stiamo portando avanti in Sardegna. Questo innovativo strumento di ingegneria finanziaria è stato adottato dalla Giunta regionale in anticipo rispetto ad altre amministrazioni pubbliche e perfino allo stesso legislatore, che ancora non ha regolato questo tipo di strumenti a impatto sociale” ha commentato l’Assessore Mura.

Crescita e benessere, infine, le parole chiave della riflessione sull’efficienza degli Enti locali alla luce della legge Regionale n.2 del 4 febbraio 2016.

FORUM PA Sardegna è stata la seconda tappa dei FORUM PA Regionali, dopo l’esperienza di FORUM PA LOMBARDIA lo scorso gennaio. Prossimo appuntamento a Prato il 9 giugno con FORUM PA Toscana.

Torna al Dossier FORUM PA Sardegna

Su questo argomento

“Le Botteghe di Firenze” ai tempi del CoVid-19: come usare il digitale pubblico per la ripartenza