Sharing-lab: un laboratorio per la condivisione

Home Città e Territori Sharing-lab: un laboratorio per la condivisione

Mercoledì 28 mattina a FORUM PA, in occasione dell’evento "Soluzioni per la Smart City a confronto: pratiche di trasferimento e riuso", si è parlato di soluzioni concrete e progetti specifici per le smart cities in un contesto di lavoro diverso dal solito. La sala creativity ha ospitato uno sharing-lab: sette tavoli suddivisi per tema si sono animati per discutere e approfondire la replicabilità di prassi virtuose in ambito smart.

29 Maggio 2014

M

Martina Cardellini

Mercoledì 28 mattina a FORUM PA, in occasione dell’evento "Soluzioni per la Smart City a confronto: pratiche di trasferimento e riuso", si è parlato di soluzioni concrete e progetti specifici per le smart cities in un contesto di lavoro diverso dal solito. La sala creativity ha ospitato uno sharing-lab: sette tavoli suddivisi per tema si sono animati per discutere e approfondire la replicabilità di prassi virtuose in ambito smart.

Ecco i temi trattati: strumenti e tecnologie per la governance, percorsi di pianificazione e governo della smart city, tecnologie e politiche per lo smaltimento e la tracciabilità dei rifiuti, buildings – condomini intelligenti, "innovation zones": ambienti abilitanti per l’impresa e la creatività, sistemi di mobilità sostenibile a confronto, city logistic e infomobility.

L’incontro è stato un’occasione per più di 120 ospiti tra esperti, funzionari, amministratori e rappresentanti d’imprese, ma anche semplici cittadini di condividere strategie e piani di lavoro mirati. Queste sono alcune delle città rappresentate ai tavoli di lavoro: Torino, Padova, Lecce, Città di Castello, Firenze, Bergamo, La Spezia, Venezia, Napoli, Genova, Benevento, L’Aquila, Faenza, Brescia, Ravenna, Roma, Parma, Trento.

Lavorare in una modalità ben strutturata e stretta nei tempi ha permesso di conoscere rapidamente numerose esperienze. A conclusione dei lavori è stato possibile tracciare link tra i diversi interlocutori dei tavoli che hanno manifestato interesse ad approfondire e/o trasferire e/o collaborare al fine di condivere e riutilizzare prassi e metodi già utilizzati altrove all’interno dei propri territori.

Grande rilevanza è stata data agli elementi afferenti alla sostenibilità finanziaria e alle condizioni di replicabilità in quanto questi sono gli elementi di criticità che spesso condizionano il successo o il fallimento dei progetti. Questo sharing-lab è un primo passo, fortemente voluto dall’Osservatorio Smart City di ANCI, che permetterà di creare connessioni e reti di scambi tra pubbliche amministrazioni.

Potete consultare qui alcuni dei progetti presentati durante l’incontro:

Su questo argomento

Smart Village, aperta fino al 5 maggio la call europea per i Comuni italiani